Home / sport strill it archivio / Old Star Game, Attruia e Santoro: “Viola sogno indimenticabile che ci sará per sempre”

Old Star Game, Attruia e Santoro: “Viola sogno indimenticabile che ci sará per sempre”

Ricordi di un tempo magico. Stefano Attruia e Sandro Santoro tra i protagonisti di quella Viola fine anni ´80 che domani verrá celebrata al Palacalafiore con l´Old Star Game. Primissima esperienza da professionista per Attruia, arrivato poco piú che bambino in riva allo Stretto: “Si dice sempre che la prima volta non si scorda mai, é stato cosi anche per me. Ringrazio di cuore gli organizzatori per avermi fatto tornare qui dopo tanti anni. Reggio Calabria e la Viola per me sono stati una seconda famiglia, arrivai qui a 17 anni, ero lontano dalla famiglia, non era semplice. I compagni e tutto l´ambiente invece mi hanno regalato un´esperienza indimenticabile”.

Capitano vero, Santoro é un reggino di adozione. Il neroarancio come una seconda pelle, la Viola storia di una vita, vissuta prima da giocatore e poi da dirigente. Il rapporto con Zorzi é andato ben al di lá del consueto per quanto riguarda le vicende tra allenatore e giocatore: “Sono cresciuto e maturato tanto con lui, mi ha fatto capire che spesso non sono gambe e braccia a fare la differenza, ma testa e mentalitá.  Abbiamo vissuto anni irripetibili che ognuno di noi porterá nel cuore per sempre, il merito é di tutti, anche chi é passato per un attimo di qui. La Viola prova a rinascere, la voglia é quella di vivere nuovamente epoche dorate: “Questo club ci sará per sempre, a questi 50 anni se ne aggiungeranno altri 50 ne sono sicuro. La Viola adesso vive un periodo particolare, serve pazienza, con il tempo arriveranno nuove gioie”.