Home / sport strill it archivio / Crotone, Ursino: “Noi portabandiera della Calabria. Contenti del mercato”

Crotone, Ursino: “Noi portabandiera della Calabria. Contenti del mercato”

di Pasquale Romano – Sul trono della Calabria. Dopo l’ulteriore retrocessione della Reggina, ripartita dai dilettanti, e con Catanzaro e Cosenza rimaste nel Purgatorio della Lega Pro, è senza dubbio del  Crotone lo scettro del calcio regionale.  Domani scatterà il campionato cadetto, lunedi l’esordio dei pitagorici, rimasti in serie B dopo una stagione complicata. Inizio in salita, impegno più che complicato per i rossoblù, di scena sul campo del Cagliari: “Credo si tratti della sfida più difficile della stagione, considero i sardi favoriti -assicura Ursino ai microfoni di Sport Strill- per la vittoria del campionato. Ma come sempre andremo a giocarcela senza paura, affrontando tutti gli avversari a viso aperto”.

Dopo la rivoluzione totale della scorsa estate, il Crotone in questa sessione di mercato ha preferito ritoccare l’organico, modificando soprattutto il reparto offensivo: “Le difficoltà della scorsa stagione sono nate anche dagli innesti eccessivi apportati, stavolta abbiamo deciso di mantenere lo zoccolo duro. Siamo molto soddisfatti di quanto fatto, la nostra politica legata alla valorizzazione dei giovani è rimasta la filosofia da seguire. Budimir è un attaccante importante, potrà fare grandi cose in questa stagione”.

Juric l’erede di Drago, Ursino afferma che si trattava di un’idea maturata da tempo: “Non ci sono mai stati dubbi, abbiamo puntato con decisione su Juric. Conoscevamo le sue qualità essendo un ex giocatore del Crotone, lo consideriamo la scelta ideale”. L’esperto dirigente rossoblù indica gli obiettivi stagionali e si dice orgoglioso del ruolo di “portabandiera” rivestito dal club pitagorico: “Come ogni anno, puntiamo al mantenimento della categoria. Dobbiamo raggiungere quota 50 il prima possibile, poi vedremo se sarà possibile guardare più in alto, come accaduto due stagioni fa. Siamo la principale realtà del calcio calabrese, è una grandissima soddisfazione. Vogliamo meritare questa grande responsabilità, e rendere orgogliosi non solo i nostri tifosi ma tutti quelli della Calabria”.