Home / sport strill it archivio / Reggina, l’attesa continua, l’incertezza pure

Reggina, l’attesa continua, l’incertezza pure

Date da rispettare, documentazioni da presentare, attese. Lunghe ed estenuanti attese. Questo il primo scorcio d’estate per la Reggina ed i suoi tifosi. Nella giornata di ieri il patron Lillo Foti ha provveduto alla consegna della domanda di ammissione al prossimo campionato, il resto è tutto un enorme punto interrogativo. Si da per scontato che il primo parere della Covisoc, l’11 di luglio, sia negativo e quindi un’attesa che si prolunga. Che passerebbe attraverso un ricorso che la società dovrebbe presentare dopo aver messo a punto eventuali inadempienze, per poi rimandare il tutto alla decisione ultima il 18 dello stesso mese. Nel frattempo gli argomenti tecnici ed organizzativi riguardanti la stagione che dovrà venire, sono totalmente in secondo piano. Gran parte delle società hanno già un allenatore, una sede di ritiro, un mercato abbondantemente avviato. Dalle nostre parti tutto gira intorno alla possibilità di partecipare alla prossima Lega Pro. Se così dovesse essere, i tempi per poter agire saranno strettissimi e certamente nessuno si aspetti la costruzione di una squadra che possa competere ad un certo livello. Il patrimonio tecnico, insieme a quello economico, è stato per forza di cose disperso, c’è da ricostruire per intero staff dirigenziale e parco calciatori, insieme a quella necessità impellente di provare ancora a vendere i pezzi migliori, o meglio quelli che destano ancora un minimo di interesse sul mercato. Maicon, Barillà, Bombagi. Il resto sarà dedicato alla ricomposizione di un organico completamente da rifondare, anche in questo senso la scelta dell’allenatore non potrà essere sbagliata.