Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Cosentino tiene in ansia Catanzaro, parte dei tifosi teme un futuro amaranto

Cosentino tiene in ansia Catanzaro, parte dei tifosi teme un futuro amaranto

Pochi giorni fa, il presidente del Catanzaro Cosentino, aveva esternato come il suo sangue fosse destinato a diventare giallorosso.
Dopo l’eliminazione nei play off, però, le cose sembrano essere cambiate. In particolare il massimo dirigente di Polistena ha giudicato ingenerose le critiche piovutegli addosso da stampa e, in parte, dai tifosi.
Cosentino gradirebbe ci fosse più riconoscenza in una piazza dove, se esiste ancora il calcio a certi livelli, è per merito suo.
A far da cornice a questo malcontento la grandezza degli sforzi economici profusi, forse troppi per  via della  solitudine determinata dalla mancata vicinanza di enti e imprenditori catanzaresi.
Domani non sarà presente alla conferenza stampa in cui l’amministratore delegato Pecora e il ds Ortoli sveleranno le strategie future, tra cui la mancata conferma del tecnico Brevi.
“Non so se iscriverò la squadra al campionato se le cose continueranno così” ha lasciato trapelare Cosentino.
I suoi detrattori, a Catanzaro, iniziano addirittura a dare per scontata una su rinuncia per riabbracciare il suo vecchio amore, la Reggina, di cui è sempre stato tifoso, anche in maniera non diretta.  Foti chiede aiuto, da lui anni fa aveva provato, senza successo, ad acquisire parte del pacchetto azionario, adesso i tempi sono cambiati. Sono solo scenari ipotetici, ma che i tifosi giallo-rossi temono.
Altri, sui social network, non ci stanno a stare sotto u malcelato ricatto e lo invitano a tornare sullo Stretto, a fronte di altri che riconoscono come le critiche siano davvero ingenerose per chi ha dato tanto a Catanzaro.