Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Body building: concluso il percorso formativo per la qualifica di Insegnante tecnico Personal trainer di Primo Livello

Body building: concluso il percorso formativo per la qualifica di Insegnante tecnico Personal trainer di Primo Livello

A conclusione del percorso formativo che ha avuto inizio l’8 marzo, alla Pagoda lo scorso sabato, 17 maggio, si sono tenuti gli esami di verifica, a seguito dei quali tutti i Candidati hanno conseguito la qualifica di Insegnante Tecnico e Personal Trainer di 1° livello. A dare ulteriore prestigio a questa giornata, la presenza del Presidente Federale FIPE, dott. Antonio Urso, accompagnato dal Segretario Generale Francesco Bonincontro. Un segnale, quello di avere i vertici federali a Reggio, certamente inequivocabile, che dimostra la vicinanza e la grande approvazione che la Federazione Nazionale sta riponendo nel lavoro svolto dal Comitato Regionale Calabria e nei risultati ottenuti dal Presidente Gemelli dal momento della sua nomina, che ha rappresentato un deciso cambio di rotta nella Pesistica Calabrese.

Le prove di esame, come da disposizioni federali, sono consistite in un test a risposta multipla, una prova orale in cui viene discussa con uno dei Docenti la tesina monotematica preparata dal Candidato e, infine, una prova pratica degli esercizi olimpici di strappo e slancio. La Commissione di Esami, presieduta dal Presidente Gemelli e coordinata dal Responsabile Organizzativo Regionale Antonino Lauro, era costituita da Paola Tripodi, Arbitro Internazionale di Pesistica, Marco Giovannini, Direttore Tecnico Regionale, Michele Calendino, Maestro e Docente Federale di Pesistica, Alessandro Gemelli, Tecnico e Docente Federale, Renato Facciolo, Docente della Scuola Regionale dello Sport del CONI. L’elenco completo dei nuovi Insegnanti Tecnici è riportato nella tabella successiva.
A dimostrazione del coinvolgimento a livello regionale, si segnala anche la presenza del Delegato Provinciale per Cosenza Maestro Luciano Dichiera.

Il periodo formativo ha avuto la durata di 52 ore, tra teoria e pratica, suddivise in 10 lezioni. L’aspetto peculiare che ha caratterizzato questa edizione del Corso, è stato quello itinerante, che non ha avuto come unica sede la Pagoda di Reggio, che rappresenta il Quartier Generale del Comitato Regionale FIPE Calabria, ma, per agevolare i partecipanti, provenienti da tutta la Calabria, le lezioni si sono tenute anche a Lamezia Terme, presso la Palestra Sporting Center ospiti del Delegato Provinciale per Catanzaro Vincenzo Ruberto, e a San Marco Argentano, presso la sede provinciale FIPE, ospiti del Delegato Provinciale per Cosenza Luciano Dichiera.

Come dicevamo, importanti sono i risultati che si stanno registrando in Calabria negli ultimi anni, caratterizzati da un continuo crescendo che sta suscitando l’attenzione ed il consenso della Federazione Nazionale. È ormai da 5 anni che si organizza il Corso di Formazione per Insegnanti Tecnici e Personal Trainer di 1° livello: oltre 150 Tecnici formati, alcuni dei quali hanno anche proseguito con il conseguimento del 2° livello. Ben 10 Ufficiali di Gara Regionali formati nel 2013 a conclusione dell’apposito Corso di Formazione Regionale, la ripresa dell’attività agonistica dopo oltre 20 anni di fermo, nel 2014, con la gara di Coppa Italia di distensione su panca, tenutasi a San Marco Argentano con oltre 50 partecipanti. Infine, la recente Medaglia d’Argento conquistata alla Finale Nazionale dei Giochi Sportivi Studenteschi dalla Squadra del Convitto Nazionale di Stato “T.Campanella” di Reggio Calabria, che già era stato Medaglia d’Oro nel 2013. La prima tappa del Presidente Urso e del Segretario Generale è stata, infatti, questa Scuola, dove, accompagnati dal Delegato Regionale FIPE, Maestro Gerardo Gemelli, e dal Presidente Onorario del Comitato Regionale, Prof. Giuseppe Pellicone, si sono incontrati con il Dirigente Scolastico, Dr.ssa Francesca Arena, con gli Studenti e con il professore di Scienze Motorie, Riccardo Partinico, che è anche un Tecnico FIPE, il quale, assieme al Tecnico Giovanni Rogolino, ha preparato i ragazzi per questo magnifico risultato.
Il Presidente Urso ha apprezzato la grande apertura mentale della Dott.ssa Arena, con la quale ha programmato una serie di iniziative, che andranno in porto con l’inizio del nuovo anno scolastico. A conclusione dell’incontro il Prof. Partinico ha omaggiato gli illustri Ospiti del suo notissimo lavoro di anatomia sulla statuaria greca (“L’identità perduta”).
Poi la visita alla Pagoda, dove i Candidati avevano già concluso le prime due prove di esame (test e discussione delle tesina) e si accingevano alla prova pratica di strappo e slancio.
Qui il Prof. Giuseppe Pellicone introduce il Presidente Urso ed il Segretario Bonincontro, rimarcando l’eccezionale importanza di questa visita. Dopodiché, il Presidente Federale tiene un breve discorso, durante il quale porta ai Corsisti i saluti della Federazione Nazionale, dando loro il benvenuto nel mondo della Pesistica ed esaltando il ruolo e le opportunità dell’Insegnante Tecnico, ma delineandone nello stesso tempo le responsabilità. È fondamentale, infatti, per un Tecnico, il continuo aggiornamento, da attingere solo dalla ricerca scientifica ufficialmente riconosciuta, diffidando dai “venditori di fumo”, che nel settore del fitness sono purtroppo numerosi. Un ottimo strumento per l’aggiornamento delle competenze tecniche è la Rivista Federale “Strenght & Conditioning”, di cui Urso, che è anche ricercatore in questo settore, è il Direttore. Vengono, quindi, illustrate le opportunità che la qualifica ottenuta tramite la FIPE può dare. Basti pensare che i nostri Tecnici, per le competenze che hanno sviluppato, possono fare da preparatori atletici per qualsiasi disciplina sportiva (il Prof. Pellicone dice sempre che la Pesistica è uno Sport per tutti gli Sport). Inoltre, espone alcune recenti novità, come la convenzione che la FIPE ha stipulato con l’Unione Nazionale Chinesiologi, che consente ai Tecnici FIPE il riconoscimento professionale di Chinesiologo tecnico-sportivo, consentendone l’iscrizione al rispettivo Albo Professionale. Un’altra notizia interessantissima è il risultato di una recente ricerca scientifica sull’effetto dell’allenamento con sovraccarichi sui pazienti reduci da terapie antitumorali e sull’effetto che questo allenamento ha avuto sul ripresentarsi o meno della malattia. Ebbene, sul 50% dei pazienti (su un campione di 3000), non è stato riscontrato il ripresentarsi della malattia. Il tutto per capire quanto sia attuale e importante il mondo dei pesi.
A seguire il saluto del Delegato Provinciale CONI per Reggio, dott. Antonio Laganà, il quale ringrazia gli Ospiti e mette in evidenza gli ottimi rapporti di collaborazione con il Comitato Regionale FIPE.
Segue una visita dell’Impianto Sportivo, dove vengono svolte sia le discipline della FIJLKAM (Judo, Lotta, Karate), che quelle della FIPE (pesistica). La visita coinvolge anche il laboratorio di archeo-statuaria curato dal prof. Riccardo Partinico -dove le competenze di scienze dello sport vengono applicate allo studio del corpo delle statue greche, consentendo di sviluppare delle interpretazioni davvero innovative e spesso in controtendenza rispetto ai modelli fino adesso riconosciuti- e lo Studio Medico di Fisioterapia della Dott.ssa Paola Tripodi, Arbitro Mondiale di Pesistica e Componente della Commissione Nazionale Ufficiali di Gara della FIPE.
Quindi, si passa alla consegna degli Attestati ai nuovi Tecnici, che, a giudizio del Corpo Docente e della Commissione Esaminatrice, hanno dimostrato grande impegno e buona preparazione tecnico-culturale, rispondendo appieno alla professionalità dei Docenti. Certamente per tutti sarà un bel ricordo, quello di avere ricevuto il diploma dalle mani del Presidente Federale. Infine, il Maestro Gerardo Gemelli, in segno di stima e come riconoscenza della visita a Reggio Calabria, consegna ad Urso ed a Bonincontro due riproduzioni dei Bronzi di Riace, corredati di un opuscolo riportante gli studi del prof. Partinico sull’interpretazione delle statue, simbolo non solo della città di Reggio, ma della storia e della cultura dell’intera Calabria.
A conclusione della giornata, anche la visita del Presidente Regionale CONI dott. Mimmo Praticò, che “letteralmente” porta il suo abbraccio caloroso al Presidente Urso, come segno di profonda stima e grande amicizia.
Prima dei saluti e della foto finale di gruppo, un rinfresco con un brindisi come augurio per fare sempre meglio, in Calabria, nel futuro.