Home / In evidenza / Volley Reghion, ancora una volta fatale un tie-break

Volley Reghion, ancora una volta fatale un tie-break

Arriva un altra sconfitta per la Volley Reghion e nuovamente al tie-break.

Dopo una gara avvincente, la porta a casa lAkademia Santanna per 3-2. Match davvero non adatto ai deboli di cuore nelle ultime battute e spot” davvero meraviglioso per il movimento. Può essere comunque soddisfatta la formazione reggina, che dopo le ultime gare è riuscita a tener testa alla prima in classifica e ha sfiorato limpresa di portare nuovamente a casa il derby dello Stretto.

Primo parziale che non sorride alle padrone di casa, con Messina che si impone per 25 a 22.

Una Reghion che parte discretamente e fa vedere di essere concentrata, nonostante un avvio un pofrenato. Biancoblu che riescono a rientrare in partita nel momento clou, durante il quale l’Akademia ha provato ad allungare.

Le reggine hanno lottato per ritrovare il pareggio con gli attacchi di Nielsen e Varaldo, rimontando fino al -2, ma non è purtroppo bastato per far si che portassero a casa il set.

Il secondo segmento di partita si apre con la squadra di casa che inizia a mettere pressione palla su palla e si porta in vantaggio fin da subito con il parziale di 8-3.

Akademia si riporta in partita e tenta laggancio, ma Varaldo e socie mettono su un ottima difesa e mantengono il vantaggio.

In campo anche lesordiente centrale Petta, che fa subito punto appena entrata.

Il secondo parziale alla fine sorride alla Reghion per 25-21 portando la gara in pareggio.

Il terzo set vede la Reghion partire a testa bassissima piazzando subito un 4-0, che costringe mister Gagliardi a chiamare timeout. La squadra ospite prova a rallentare le padroni di casa che, nonostante il timeout dellAkademia, si porta sull11-4 e costringe nuovamente la formazione ospite a chiamare una nuova interruzione tecnica del gioco.

Messina prova con tutte le forze a ritornare in partita e riesce a ridurre il gap, ma la difesa delle reggine in questo set sembra davvero impenetrabile. Ottima prova di Petta che si è fatta trovare pronta nel momento di bisogno.

Varaldo e socie arrivano a vincere il terzo parziale grazie anche ad un ace della giocatrice piemontese, che sancisce il 25-18 e fa andare in vantaggio la formazione reggina.

Nel quarto parziale, la Reghion parte molto bene, ma, complici degli errori e un podi stanchezza, purtroppo si perde per strada e fa rientrare in gara la formazione ospite, che riesce a pareggiare sul 10 pari. Mister Monopoli è costretto al timeout.

Il set si protrae sempre con il punteggio pari o più uno per una squadra o per laltra, nessuna delle due formazioni riesce ad effettuare uno sprint per dare un distacco significativo.

Messina riesce quasi sul finale a dare quello sforzo che porta alla vittoria del parziale per 25-20 e manda il match al tie-break, ad inizio del quale le reggine partono con errori e quasi subito rischiano il cambio campo a favore delle messinesi. Ma una Reghion decisa più che mai si porta in parità 5-5 e con grande forza di volontà Ameri manda al cambio campo le biancoblu.

Sul 14-10 sembra ormai fatta, ma le messinesi riescono nellimpresa del pareggio e vanno sul 15-14, ma nonostante si vada ad oltranza con una difesa super da entrambe le parti, nel finale la spunta la formazione siciliana per 21-19.

Una partita in cui la Reghion ha messo tutto ciò che aveva e, nonostante la sconfitta, può uscirne più che a testa alta.

In realtà non pensavamo fosse facile questa partita – ha affermato la top scorer Nielsen- abbiamo giocato e abbiamo avuto una reazione rispetto alle altre partite. Ovviamente abbiamo lamaro in bocca, ma siamo contente comunque abbiamo lottato fino alla fine. Sabato prossimo affronteremo in trasferta lAmando Santa Teresa di Riva, contro cui abbiamo perso al tie-break come contro l’Akademia. Speriamo di fare risultato, ma in ogni caso cercheremo di dare sempre il massimo come abbiamo fatto stasera” ha concluso Nielsen.

“Purtroppo non siamo riusciti a mettere giù nessuna delle sei opportunità per chiudere il match, ma ci sono stati anche dei meriti loro – ha affermato Mister Monopoli – ci hanno creduto fino alla fine e hanno alzato dei palloni molto complicati, il tie break si gioca alla morte, potevamo gestire sicuramente meglio qualche situazione dei punti importanti.

Oggi la cosa fondamentale era il ricominciare a fare il nostro gioco, per lunghi tratti ci siamo riusciti, ma sapevamo di avere davanti una squadra che era prima in classifica.

L’infortunio di La Rosa non ha pesato più del previsto poiché Petta ha fatto un ottima partita, ha fatto le scelte che si erano preparato e non ha fatto rimpiangere lassenza di Simona La Rosa, che speriamo rientri al più presto.

– prosegue Monopoli – nella rossima gara dovremo cercare di vendicareil tie-break che abbiamo perso alla gara di andata, sappiamo che ci troveremo davanti una squadra molto esperta, con giocatrici importanti. Cercheremo di replicare la gara di stasera, che sicuramente può essere una buona partenza per provare a portare a casa la posta in palio” ha concluso Monopoli.