Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Aglietti: “Sarà un Monza diverso, soddisfatto del mio gruppo”

Reggina, Aglietti: “Sarà un Monza diverso, soddisfatto del mio gruppo”

Prima conferenza stampa pre-campionato per Alfredo Aglietti.   Il tecnico ha parlato alla vigilia della sfida che gli amaranto avranno contro il Monza.

Si parte dalla prova contro la Salernitana in Coppa Italia. “Potevamo fare meglio – ha detto Aglietti –  nell’attacco alla porta e nel riempimento dell’aria .Questa settimana siamo andati a cercare di migliorare quest’aspetto, così come bisogna fare meglio a livello tecnico nell’ultimo passaggio.  Se la palla arriva giusta, chi ha fatto movimento ha più possibilità di arrivare sulla palla e di segnare. Questo è un aspetto su cui abbiamo lavorato. Per il resto la squadra ha fatto una buona gara e domani sarà una gara totalmente diversa”.

Davanti ci sarà il Monza, un squadra che come l’anno scorso si è avvalsa di un budget straordinario ma  “Sono anche scottati dalla delusione dei play off persi, ma anche per l’andamento della stagione regolare. La B non è facile da vincere, al di là del budget e dei nomi che scendono in campo. Serve cattiveria, determinazione e loro qualcosina l’hanno imparata dalla stagione scorsa. Sono una grande squadra, una grande società. Hanno preso giocatori importanti ed è chiaro che sono cambiati a livello tattico, allenati da un allenatore bravo e che ha già vinto questo campionato. Sarà un Monza diverso rispetto a quello dell’anno scorso”.

E poi un riferimento chiaro alle possibili insidie del match: “Loro  – ha detto Aglietti – sono molto bravi in mezzo. Hanno gamba, qualità e i tempi di inserimento dei centrocampisti sono una delle loro armi. Questo è un aspetto, al di là delle giocate individuali, da tenere in considerazione. Arrivano ad occupare l’area con tanti giocatori”.

E sulla formazione: “Ho le idee chiare. I calciatori che sono arrivati hanno bisogno di crescere. Domani tanti stravolgimenti non ci saranno. Sarà una partita difficile, poi le aspettative e le sensazioni sono positive. I ragazzi lavorano bene, sono soddisfatto del gruppo. Poi è chiaro che le partite si vincono e si perdono anche in base al particolare e al metterci qualcosa in più. Allenarsi  è una cosa, giocare un’altra”.

“Dobbiamo – ha evidenziato l’allenatore – cercare di sbagliare il meno possibile, fare girare bene la palla e colpire dove riteniamo di poterli colpire. Servirà lucidità, non dobbiamo cercare giocate difficili e allungarci. Loro hanno grande qualità e nelle ripartenza possono farci male. Ci sarà da valutare l’impatto del caldo”.

E poi sul Granillo nuovamente gremito. “Il pubblico – ha detto Aglietti –  è fondamentale per spingerci.   Mi auguro che si possa tornare all’intera capienza al più presto. Per ora accontentiamoci e domani sarà la prima della nuova stagione con la gente, con la possibilità di sentire tutte quelle che sono le sensazioni del pubblico. Sarà una sensazione da riscoprire. Sono contento, come lo sono i ragazzi. Il calcio senza tifosi è zoppo.