Home / Sport Strillit / REGGINA / La Reggina aspetta la punta, tormentone verso l’epilogo

La Reggina aspetta la punta, tormentone verso l’epilogo

È stato un weekend interlocutorio quello appena trascorso sul fronte calciomercato.  Non si sono registrati particolari scossoni rispetto a quella che era la situazione ante-Ferragosto.

La batteria dei nomi è sempre la medesima con Di Carmine e Galabinov, davanti all’alternativa più defilata Paloschi in un scala gerarchica di ipotetica preferenza.

Non ci sono problemi di natura economica, tenuto conto che la Reggina si è presentata dai suoi obiettivi con una proposta contrattuale in linea con quelle che sono le aspettative dei diretti interessati.

La Reggina spera di poter chiudere l’operazione attaccante prima della gara contro il Monza, tenuto conto che Aglietti aspetta attaccanti che possano dargli scelta davanti.

Da settimane si dice che la prima scelta è Di Carmine, ma l’operazione non ha mai subito l’accelerazione decisiva.  Il calciatore vedrebbe di buon grado un trasferimento alla Reggina alla corte di Aglietti, il Verona non farebbe problemi di alcun tipo e il club amaranto è pronto a fare la sua parte con un’offerta da squadra di primo livello.

Da prima scelta a seconda, però, il passo potrebbe essere breve.  Soprattutto se, a stretto giro di posta, non dovesse arrivare un  “Sì” perentorio. Soprattutto  dovessero esserci le condizioni per una chiusura rapida per la pista Galabinov . Un’operazione che, tra l’altro, dovrebbe avere costi inferiori e probabilmente un contratto meno lungo.  E il profilo del bulgaro, per la B, è tutt’altro che di secondo livello.

La possibilità di chiudere prima potrebbe far scattare definitivamente il bulgaro davanti nella corsa alla maglia di centravanti della Reggina.    Questi potrebbero, però, essere davvero essere le ore decisive.

È stato detto più volte, ma stavolta c’è il campionato alle porte.