Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina: per l’attacco c’è da attendere, gli amaranto si aggrapano al Tanque

Reggina: per l’attacco c’è da attendere, gli amaranto si aggrapano al Tanque

Quando German Denis era arrivato alla Reggina forse non immaginava neanche che sarebbe rimasto per tre stagioni.  In fondo aveva già trentotto anni.  Adesso che ne ha quasi 40  è concreta l’ipotesi che, almeno nelle prime gare ufficiali della stagione 2021-2022, sarà lui a dover trascinare l’attacco amaranto.

Insieme ad Adriano Montalto è, di fatto, l’unico attaccante di ruolo a disposizione di Alfredo Aglietti.  La grinta, la generosità e l’attaccamento alla maglia non gli mancavano, ma per il futuro potrebbe essere più opportuno dosarlo in maniera tale da averlo sempre al massimo della sua classe senza farlo appannare.

Ci proverà la Reggina, anche perché c’era consapevolezza che rafforzare l’attacco sarebbe stato complicato.  Le trattative per gli attaccanti, per chi non ha un budget monstre come altre realtà di B, necessitano dei tempi tecnici del mercato.  Quelli che sono scanditi dalle trattative di A e che poi a cascata regolano i movimenti degli attaccanti verso il basso.

Il rischio di giocare le prime due gare di campionato, entrambe casalinghe, senza aver completato l’attacco non è così remoto.  Si farà di tutto perché ciò non accada. Nel frattempo si chiederanno gli straordinari a German Denis e lui, c’è da giurarci, non si tirerà indietro.