Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina attenta alla questione riapertura stadi, probabile priorità per i vecchi abbonati

Reggina attenta alla questione riapertura stadi, probabile priorità per i vecchi abbonati

Non ci sarà un altro anno senza pubblico per il calcio.  O quantomeno sarebbe insostenibile per il movimento e dunque si farà di tutto per portare nuovamente le persone sugli spalti. Potrebbe essere necessario il Green Pass per sottoscrivere un abbonamento o un biglietto, ma nel frattempo  è chiaro che si lavorerà per iniziare la prossima stagione con una percentuale di riempimento degli spalti e il mantenimento delle distanze.

Aspetto quest’ultimo che, in molti casi, pare mancare agli ultimi Europei.   In ogni caso nel comunicato con cui si annunciavano le prime parole di Fabio De Lillo come nuovo general manager, si sottolineava come in Lega di B si sarebbe iniziato a lavorare nell’ottica di una riapertura degli impianti.

25 o 50%?  Nel primo caso al Granillo ci sarebbe spazio praticamente solo per coloro i quali avevano un abbonamento nell’ultima stagione di Serie C ed è abbastanza chiaro che la società darà una priorità qualora la decisione di aprire solo un quarto degli impianti venisse ratificata.

Si attende comunque di capire quali saranno gli orientamenti istituzionali e, attenzione, non si fa riferimento solo a  quelli del calcio.