Home / Sport Strillit / REGGINA / Il calcio e la Reggina piangono Giuliano Zoratti, memorabile la promozione del 1995

Il calcio e la Reggina piangono Giuliano Zoratti, memorabile la promozione del 1995

Giuliano Zoratti non c’è più. L’allenatore si è spento a pochi giorni dal suo settantaquattresimo compleanno.   Un male con cui si confrontava da tempo lo ha strappato alla vita e sembra un brutto scherzo del destino che il tutto sia maturato nel momento in cui è arrivato Alfredo Aglietti alla Reggina.

Merlo, Vincioni, Poli, Carrara...  iniziava così quella formazione del 1995 che tanti ricordano a memoria.  L’ultimo, con il numero undici, era proprio il neo tecnico amaranto che, tra l’altro, arriva come l’ennesimo di una serie di allenatori che provenivano proprio da quella squadra.  Roberto Cevoli era il numero 5, Mimmo Toscano il numero 7.

La sua Reggina, pur non essendo probabilmente forte come quella di Mimmo Toscano (ovviamente, con la difficoltà dei paragoni nella diversità di epoche), mise in fila tutti gli avversari e andò a prendersi una promozione in Serie B che appariva difficile contro squadre che avevano  investito molto di più.

Se ne va un uomo che, oltre che come tecnico, ha lasciato un ricordo significativo in città.