Home / Sport Strillit / REGGINA / La Reggina, Lillo Foti e la trattativa per Di Lorenzo strappato all’Udinese: “Datemi il migliore che avete”

La Reggina, Lillo Foti e la trattativa per Di Lorenzo strappato all’Udinese: “Datemi il migliore che avete”

Di Giovanni Di Lorenzo e del suo passato alla Reggina, in questi giorni, si è detto molto.  A partire dal fatto che forse il diretto interessato ha nominato poco gli amaranto nel raccontare la sua carriera.   Si tratta, però, solo di una casualità, tenuto conto che non si possono dimenticare un’adolescenza spesa in gran parte a Reggio, l’esordio in Serie B e le prime stagioni da professionista.

Basta dare un’occhiata al suo profilo Facebook per notare come, tra le foto principale, campeggi un’immagine del 30 maggio 2015.  C’è l’undici titolare (di cui lui faceva parte) che quel giorno a Messina si ritagliò un posto nella storia.

Poi arrivò il fallimento e forse la storia non ebbe il finale che avrebbe meritato, con lo svincolo ed il passaggio al Matera post fallimento amaranto.

Ma il connubio Di Lorenzo-Reggina era nato in un modo abbastanza singolare.   All’epoca delle giovanili della Lucchese era già molto considerato, al punto che dopo un provino con l’Udinese era in attesa di una risposta dei friulani che probabilmente sarebbe stata positiva.

A bruciare sul tempo, però, i bianconeri, ci pensò Lillo Foti.  All’epoca la Reggina aveva tanta materia prima da mandare in giro a giocare, per effetto di un Sant’Agata che produceva tanti calciatori che avevano la possibilità di aspirare ad una carriera da professionista.

Questo permetteva di annodare la fila con diversi club sparsi sul territorio nazionale e avere una sorta di prelazione su molti prospetti interessanti.

Nel ‘2009, in particolare, la Reggina mandò a Lucca due calciatori: Giuseppe Toscano e Nikolas Kras.  Elementi di proprietà e che allora, come under, potevano rappresentare obiettivi importanti per le società di terza serie.

È stato il direttore dei toscani del tempo Paolo Giovannini, in una recente intervista, a dichiarare che Lillo Foti gli chiese di dargli il migliore tra i giovani del settore giovanile.

E, a quanto pare, l’ex patron amaranto il migliore lo ebbe davvero.