Home / Sport Strillit / REGGINA / La Reggina, Menez e l’ultima chiamata

La Reggina, Menez e l’ultima chiamata

Da quando si è saputo che Marco Baroni non avrebbe più mantenuto il suo posto alla guida della panchina della Reggina si è nuovamente accesa una lampadina.   Il pensiero stupendo è che Jeremy Menez possa avere una sorta di moto d’orgoglio e, potendo avere una stagione senza gli stessi problemi della passata annata, possa in qualche modo tornare utile.

L’orientamento societario emerso è, al momento, molto meno netto rispetto ad esempio a Ricardo Faty. Nel caso del centrocampista le possibilità di permanenza sono prossime allo zero.   Nel caso di Menez resta un’ipotesi concreta che il giocatore possa quantomeno partire per il ritiro.

A fare la differenza potrebbero essere le intenzioni del giocatore.  Per lui potrebbe trattarsi dell’ultima chiamata rispetto alla possibilità di sentirsi giocatore vero.  Baroni non c’è più, al Granillo tornerà il pubblico e l’orientamento è andare a giocare in qualche campionato esotico poco stimolante. Ed è stato spesso a lui a sottolineare quanto spesso a fare la differenza nei momenti migliori della sua carriera siano stati proprio gli stimoli.

In qualunque caso la trattativa in uscita non sarebbe semplice.  Occorrerebbe, infatti, tenere conto di quali risvolti fiscali avrebbe la mancata permanenza per un biennio di un calciatore per il quale erano stati adottati i benefici del Decreto Crescita ed eventualmente trovare una sistemazione che si sobbarchi quantomeno il biennale residuo, senza che il calciatore perda qualcosa.

Una serie di incastri che potrebbero rendere macchinosa l’evoluzione delle cose. Ancor più di quanto non lo potrebbero essere per Faty che di anni di contratto ne ha due, ma uno è al minimo.   Anche tenerlo avrebbe costi significativi, ma c’è certezza del fatto che averlo con la testa giusta equivarrebbe ad assicurarsi qualche punto in più.

Contingenze che potrebbero indurre la società a offrire la possibilità dell’ultima valutazione ad Aglietti. Tuttavia, già la prossima settimana potrebbe iniziare a schiarirsi le idee su questo sarà davvero o meno l’orientamento definitivo.