Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, l’eloquenza del rammarico di Baroni

Reggina, l’eloquenza del rammarico di Baroni

Baroni alla fine di Lecce-Reggina non aveva la faccia di chi era felice di essersi salvato e di aver mancato un obiettivo straordinario.  Sì, perché lo sapevano tutti che giocarsi la promozione partendo dai bassifondi sarebbe stata una vera e propria impresa.

Il motivo non sta solo nel fatto che, come lui stesso ha dichiarato, sia un ambizioso. Era probabile che il tecnico avesse fiutato qualche dote speciale in questo gruppo, al punto da poter scrivere una storia di quelle destinate a restare nei libri di storia del calcio.

E, a ben guardare, la Reggina è prima in classifica nel girone di ritorno e una dopo l’altra ha messo sotto le squadre che si giocheranno i play off.  Solo il Chievo aveva  messo in difficoltà gli amaranto in versione ritorno, tutti gli altri (Brescia compreso) avevano patito il nuovo corso amaranto.

Non si può, però, tornare indietro. Ma solo guardare avanti e avere bene in chiaro che oggi si può prendere il buono di questa stagione e magari programmare per la prossima.

Si attende di capire quali saranno i tasselli.