Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, scelte conservative? Impossibile

Reggina, scelte conservative? Impossibile

Il weekend è alle porte.  Venerdì sarà vigilia di Cremonese-Reggina e sabato sarà campionato.  Alle ore 14 la quartultima giornata del campionato cadetto .  Il primo step di un calendario da pazzi che vedrà le squadre andare in campo l’1, 4, il 7 ed il 10 maggio.

Una frequenza di impegni che, di fatto, metterebbe in difficoltà anche squadre e allenatori abituate a ritmi sostenuti come quelle costantemente impegnate nelle coppe europee.

La magra consolazione per la Reggina è che gli amaranto hanno una rosa particolarmente ampia. Questo consentirà una turnazione degli uomini senza perdere troppo in competitività e la possibilità di sfruttare a dovere la facoltà di poter utilizzare cinque cambi.

Sembrerà banale da dire, ma è abbastanza facile immaginare che non si potranno fare calcoli.  La prossima partita è quella che va vissuta come se fosse l’ultima. Non si potrà in alcun modo pensare di risparmiare un giocatore per quella successiva, ma solo mandare in campo sempre l’undici migliore e se necessario spremerlo fino all’ultima energia.

Solo al triplice fischio finale si potranno tirare le somme e fare il punto della situazione.     Ed è quello che sarà ribadito verosimilmente che Marco Baroni si troverà a ripetere nella conferenza stampa della vigilia.