Home / Sport Strillit / REGGINA / La Reggina piega la Reggiana al fotofinish, il sogno play off prosegue

La Reggina piega la Reggiana al fotofinish, il sogno play off prosegue

di Pasquale De Marte –   Le partite vinte così sono quelle che forse danno maggiore consapevolezza e consistenza ad una squadra.  La Reggina, a tre minuti dal novantesimo, trova la forza di andare a prendersi una vittoria di fondamentale importanza contro la Reggiana.  Dopo una partita non giocata al massimo anche per la prova di grande sostanza di un avversario che si giocava tutto, la squadra di Baroni   ha saputo mettere in campo fattori che andassero oltre l’aspetto tecnico e tattico in una gara che avrebbe potuto voler dire dire addio al sogno play off.

La squadra scala un’altra posizione, si appropria della nona ed è a solo uno scalino dall’ottava posizione che potrebbe voler dire a giocarsi gli spareggi per la Serie A.

 

Reggina subito avanti, ripresa nel finale di primo tempo dalla Reggina

La gara, per la Reggina, si mette subito bene.    Gli amaranto passano in vantaggio con un ottimo colpo di testa di Montalto che sfrutta un corner di Edera per anticipare tutti sul primo palo e battere la resistenza del portiere Venturi.

È l’episodio che potrebbe avere la funzione di portare il match sui binari migliori per la squadra di casa, ma gli uomini di Baroni hanno il torto di adagiarsi sul vantaggio e di mancare il colpo del ko in fasi del gioco dove le difficoltà degli ospiti potevano essere enfatizzate.

Con il passare dei minuti la Reggiana acquisisce la consapevolezza di poter rimettere in equilibrio il match e il primo vero campanello d’allarme suona quando Ajeti va ad un passo dal pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La sua conclusione finisce sopra la traversa.

Il primo tempo pare scivolare via sul punteggio di 1-0, ma sulla sirena della prima frazione la difesa amaranto si fa trovare impreparata su un’imbuca per Kargbo che con lo stop a seguire mette fuori casa Delprato e da posizione defilata supera Nicolas.

È il gol dell’1-1 che  i granata dimostrano di meritare con l’approccio della ripresa.  La Reggiana accorcia le distanze tra i reparti, tiene alto il pressing e imbriglia una Reggina incapace di trovare una via adatta a tornare in vantaggio.

La decide Rivas

Quando la pressione ospite, il tema tattico del match si sposta una squadra, quella amaranto, che attacca a testa bassa senza riuscire a mettere in discussione la tenuta difensiva ospite.

Persino i cambi non paio dare la scossa a livello di gioco ad una Reggina che, a lungo, tiene il pallone senza riuscire a scardinare l’attenta opposizione emiliana.  Filone chiaro e non esaltante per gli amaranto fino al minuto 87:  palla in area, torre di Liotti e zampata vincente di Rivas (con deviazione).  È il gol del 2-1 propiziato da due cambi del tecnico.

Nel finale brivido per la Reggina: gran gol di Lunetta, l’arbitro annulla per fuorigioco.

 

SERIE BKT, 34ª GIORNATA

REGGINA-REGGIANA 2-1

Marcatori: 5′ Montalto (RGI), 46′ Kargbo (REG), 87′ Rivas (RGI)

Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Delprato, Loiacono (76′ Stavropoulos), Cionek, Di Chiara; Bianchi (76′ Crimi), Crisetig; Situm, Folorunsho (76′ Liotti), Edera (56′ Rivas); Montalto (56′ Denis). A disposizione: Guarna, Plizzari, Chierico, Bellomo, Orji. Allenatore: Baroni.

Reggiana (3-5-2): Venturi; Ajeti, Rozzio, Yao; Libutti, Varone (81′ Lunetta), Rossi (73′ Ardemagni), Muratore (81′ Espeche), Kirwan; Laribi (67′ Radrezza), Kargbo. A disposizione: Cerofolini, Zampano, Zamparo, Costa, Pezzella, Cambiaghi. Allenatore: Alvini.

Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia (Francesco Fiore di Barletta e Gamal Mokhtar di Lecco). IV ufficiale: Matteo Marchetti di Ostia Lido.

Note – Ammoniti: Montalto (RGI). Kargbo (REG). Calci d’angolo: 2-4. Recupero: 2’pt; 4’st.