Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, in difesa equilibrio trovato o scelte funzionali?

Reggina, in difesa equilibrio trovato o scelte funzionali?

Da tre partite capitan Giuseppe Loiacono non gioca.  Nella prima gara, quella contro il Chievo, era squalificato. Poi è rimasto fuori per scelta tecnica.  Nella prima circostanza è stato rimpiazzato dal giovane Dalle Mura, nelle ultime due esibizioni Baroni ha scelto la coppia formata da Stavropulos e Cionek.

E, ad onor del vero e trascurando il solo errore di valutazione del brasiliano-polacco sul gol del Cittadella, la retroguardia amaranto ha sempre retto bene alle sollecitazioni avversarie. Anche perché la capacità di restare corti, ha spesso permesso ai centrali difensivi di rischiare con una certa tranquillità l’anticipo.

E si sa quanto questo piaccia a Baroni e quanto solo una squadra ben collaudata possa offrire questa opportunità ai sui difensori.

È, però, pur vero che quella composta da Cionek e Stavropoulos è la più fisica tra le difese schierabili da Baroni a livello di centrali e, soprattutto contro il Cittadella, poteva essere necessario schierare elementi che potessero avere le caratteristiche giuste per fronteggiare gli attaccanti granata, molto dotati sul piano della struttura.

La sensazione è che, in altre circostanze, Baroni tornerà ad affidarsi a Loiacono nel momento in cui ci sarà da preferire un elemento che abbia capacità di fronteggiare nella maniera opportuna attaccanti più veloci di quelli affrontati nelle ultime settimane.