Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina: lampi di Edera, ma nel destino c’è il ritorno all’antico

Reggina: lampi di Edera, ma nel destino c’è il ritorno all’antico

Nelle ultime gare le circostanze hanno permesso di vedere Simone Edera spostato nella posizione di trequartista centrale. Un ruolo che interpreta in maniera diversa da altri compagni che hanno occupato quella casella della formazione, ma che nel complesso pare non essergli così indigesto.

Nelle ultime gare, al di là della posizione, Edera pare aver ritrovato una certa brillantezza. Merito della sosta. Non è, però, il momento di accontentarsi, alla luce del fatto che quello dell’ex esterno del Torino è un nome a cui si richiedono giocate risolutive.

Non sono ancora arrivate, ma il talento non gli manca certo per farle.  Il dato di fatto è che presto lascerà quella posizione di trequartista centrale in cui è stato visto nelle ultime uscite.  Il recupero di Folorunsho e magari quello di Kingsley lo spingono nuovamente verso il suo vecchio e naturale ruolo: quello di esterno.

L’aria della fascia è un po’ quella di casa  e potrebbe essere arrivato il momento di capitalizzare i segnali che iniziano ad arrivare da un rendimento che appare in crescita, dopo un periodo di flessione.