Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, risveglio “veneto” e sorrisi

Reggina, risveglio “veneto” e sorrisi

È un sabato atipico per la Reggina. Sia perché è il day after di un turno pre-pasquale, sia perché gli sguardi sono già proiettati al match di lunedì contro il Cittadella.

Ed è un risveglio veneto quello che la truppa amaranto sta vivendo, alla luce del fatto che la squadra è rimasta nel Nord Est.  Non aveva senso, infatti, fare rientro a Reggio, sapendo di dover tornare in campo il giorno di Pasquetta.

La squadra si allenerà in questo periodo  al centro sportivo Tombolo e lo fa con il buonumore di chi sente ormai l’obiettivo vicino.

Vietato, ovviamente, immaginare che sia tutto fatto, ma è innegabile che la vittoria del Penzo abbia iniziato a scacciare i fantasmi in maniera definitiva.

Adesso fare risultato al Cittadella rischierebbe di iniziare a schiudere la porta di altri sogni.  Prima, però, il risultato bisogna farlo.

Sedute previste per sabato mattina e domenica mattina.  L’imperativo è recuperato energie fisiche e mentali.