Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Baroni sta preparando qualcosa di nuovo?
Spal-Reggina, Serie B 2020-2021
Spal-Reggina, Serie B 2020-2021

Reggina, Baroni sta preparando qualcosa di nuovo?

Da tempo Marco Baroni sperava di poter avere un periodo lungo per lavorare con la squadra.  I dieci giorni che, di fatto, avrà avuto tra l’ultima gara contro il Chievo e quella che sta arrivando contro il Venezia (venerdì 2 aprile alle ore 19) costituiscono un periodo temporale non lunghissimo, ma sufficiente anche a valutare l’ipotesi di presentare variazioni tattiche.

Viene automatico chiedersi se il tecnico, in questi giorni, stia lavorando a qualcosa di nuovo.  Il Sant’Agata è, di fatto, un fortino, tenuto conto che le norme anti-Covid impediscono la possibilità che il centro sia frequentato da persone che non siano dipendenti della Reggina.

Diventa, perciò, difficile cosa stia accadendo in questi giorni di allenamenti.  C’è chi, ad esempio, non dispiacerebbe l’idea di una squadra che possa schierare le due punte sin dall’inizio.

Quando è accaduto (a Pescara e nell’ultima parte della gara contro il Chievo), la Reggina ha mostrato una maggiore capacità di riempire l’area di rigore e di valorizzare il proprio forcing offensivo. La soluzione, però, sarebbe potuta diventare molto più utile nelle gare in cui la squadra ha dovuto fare a meno di Folorunsho.

Il rientro dell’ex centrocampista del Bari è destinato a cancellare quella mancanza di raccordo che, tra centrocampo e attacco, è parsa mancare nelle ultime uscite.

Nessuno come lui ha capacità di essere sia centrocampista che attaccante.  Caratteristica che si può permettere solo chi ha capacità tecniche, tattiche e fisiche fuori dalla media.