Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Edera: “Con 15.000 tifosi al Granillo sarebbe tutto diverso, il gol sarebbe importante per me”

Reggina, Edera: “Con 15.000 tifosi al Granillo sarebbe tutto diverso, il gol sarebbe importante per me”

Lunga intervista di Simone Edera.  Il centrocampista amaranto ha dedicato diversi passaggi alla Reggina nel corso di un’interlocuzione avuta con Toronews, portale specializzato nelle vicende del Torino.

Il calciatore, come è noto, è di proprietà dei granata ed è considerato uno dei maggiori talenti tra i giovani club piemonte.

“Il direttore ed il mister, Taibi e Baroni, erano interessati a me come giocatore  – ha rivelat o- ed anche in funzione del modulo della squadra, il 4-2-3-1 o 4-3-3. Hanno chiamato il mio procuratore e la telefonata è stata subito girata a me. Li ho sentiti ed erano molto interessati a portarmi a Reggio: quelle chiamate sono state importanti per il mio approdo alla Reggina”.

 

“Stiamo facendo  – ha evidenziato  – un buon percorso. Quando sono arrivato eravamo quartultimi, sono arrivati altri nuovi giocatori ed ora stiamo facendo veramente un bel finale di campionato. Al momento  non mi rimprovero niente, anche se il gol sarebbe una cosa importante. In questo momento si potrebbe cercare con insistenza, ma partita dopo partita devo pensare a meritarmi di giocare ed indossare questa maglia. In campo faremo il possibile per salvare la Reggina e tenerla in Serie B anche l’anno prossimo”. 

E poi ha parlato di come si sta trovando in riva allo Streto. “Sono tutti molto accoglienti, al Sud c’è calore. Dispiace solo che non ci siano i tifosi, perché qui vivono per il calcio e fanno quindicimila spettatori. Con loro allo stadio sarebbe stato tutto diverso”.