Home / Sport Strillit / REGGINA / Denis salva una Reggina sotto tono, Chievo ripreso allo scadere

Denis salva una Reggina sotto tono, Chievo ripreso allo scadere

di Pasquale De Marte –   La Reggina trova un punto prezioso con il Chievo.  Gli amaranto riprendono una gara in cui l’avversario aveva avuto tante occasioni, salvo poi chiudersi nella mezz’ora finale e subire un pari che è frutto più della voglia che della prestazione dei padroni di asa.

È un punto quello ottenuto dalla Reggina che forse restituisce alla squadra di Baroni quanto aveva perso a Brescia, in un match in cui la squadra di Aglietti ha mostrato una superiorità di giornata piuttosto evidente. Merito della qualità delle giocate dei singoli gialloblu che a lungo hanno fatto la differenza in una gara,  in cui i padroni di casa hanno faticato.   La squadra è apparsa in difficoltà fisica e le scelte iniziali del tecnico hanno convinto meno del solito.  Con un centrocampista in più, tanti velocisti e diversi uomini di qualità lasciati in panchina, la squadra è sembrata pagare un gap tecnico significativo con gli avversari.

Chievo padrone del campo

Reggina e Chievo si fronteggiano in quello che è il terzo impegno in una settimana per entrambe le compagini.  Baroni cambia molto della squadra cha ha perso a Brescia.  Sono sette gli undicesimi diversi schierati nella formazione titolare, ma la squadra paga l’impatto del match contro il Chievo.

I gialloblu dimostrano di essere in condizioni molto migliori rispetto alla descrizione di squadra in difficoltà di cui si è sentito molto parlare nelle ultime settimane. Nel primo tempo la squadra di Aglietti offre una gara di quantità e qualità superiore agli amaranto.

Sono almeno quattro le palle gol create dagli ospiti che per mettere in difficoltà gli amaranto si affidano soprattutto alla qualità dei propri uomini offensivi.

Il primo a scaldare le mani a Nicolas è Garritano, bello il volo del portiere a togliere la palla sotto la traversa.  Pochi minuti dopo il palo salva il portiere dopo una bella ripartenza ospite culminata da una bel movimento a rientrare conclusione di Canotto.  Poi tocca a Ciciretti a impegnare severamente l’estremo difensore amaranto con un calcio di punizione che supera la barriera.

Reggina-Chievo, Denis salva gli amaranto

Va di lusso alla Reggina e Baroni, nella ripresa, dà l’idea di volersela giocare in ripartenza. Dentro Bellomo e Okwonwko, fuori Edera e Montalto.

L’idea di riproporre il tema tattico che ha dato molto fastidio al Monza, naufraga dopo pochi minuti.  Il Chievo va in vantaggio: palla filtrante di Garritano per Djordjevic che si inserisce tra Dalle Mura e Cionek e fa secco Nicolas.

Il gol sembra spaccare in due una partita in cui i gialloblu paiono essere molto più in giornata degli avversari e il doppio palo di Canotto dopo una girata in area pare essere l’ennesimo segnale che gli amaranto non sono in giornata.

È, invece, il momento della gara che certifica il fatto che la squadra di Baroni avrà la possibilità di riprenderla.  E la Reggina la riprende.  A due minuti dal novantesimo:   cross di Lakicevic da destra, colpo di testa vincente di Denis.

Esplode la gioia dell’argentino e non è un caso che questo punto di carattere preso dalla Reggina porti la firma dell’argentino.

 

REGGINA-CHIEVOVERONA 1-1

Marcatori: 47′ Djordjevic (CV) , 89′ Denis (R)

Reggina (4-3-3): Nicolas; Lakicevic, Cionek, Dalle Mura, Di Chiara (89′ Liotti); Bianchi, Crisetig, Crimi (61′ Micovschi); Rivas (72′ Denis), Montalto (46′ Orji), Edera (46′ Bellomo). A disposizione: Guarna, Plizzari, Delprato, Stavropoulos, Chierico, Situm, Ménez. Allenatore: Baroni.

ChievoVerona (4-2-3-1): Semper; Bertagnoli, Leverbe, Gigliotti, Renzetti (69′ Cotali); Palmiero, Obi (35′ Viviani (69′ Zuelli)); Canotto, Ciciretti (79′ Mogos), Garritano; Djordjevic (79′ Margiotta). A disposizione: Seculin, Bragantini, Colley, Giaccherini, Pavlev, Priore, Munaretti. Allenatore: Aglietti.

Arbitro: Daniele Paterna di Teramo (Thomas Ruggieri di Pescara e Giuseppe Maccadino di Pesaro). IV ufficiale: Marco Serra di Torino.

Note – Ammoniti: Montalto (R), Edera (R), Dalle Mura (R), Gigliotti (CV), Cotali (CV). Calci d’angolo: 3-12. Recupero: 3’pt; 4’st.