Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina-Chievo, le possibili scelte di Baroni e le “staffette” da individuare

Reggina-Chievo, le possibili scelte di Baroni e le “staffette” da individuare

Domenica di campionato per la Reggina. Alle 15 arriva il Chievo in una gara che può valere molto.  C’è attesa per capire come Marco Baroni schiererà la squadra, alla luce della necessità della partita e soprattutto della condizione fisica dei suoi.

È la terza partita in una settimana e per forza di cose ci saranno dei cambiamenti. Il tecnico, però, sta già giocando nella sua testa la partita immaginando quali potranno essere i cambi, in maniera tale da poter aver sempre in campo la squadra con il migliore rapporto tra capacità atletiche del momento, tecniche e tattiche.

Non è un caso che l’allenatore in conferenza stampa abbia parlato di “staffette”.

Per individuare la strategia meglio partire dalle certezze. Giocherà Nicolas, con Cionek e Stavropoulos centrali.  Di Chiara dovrebbe riprendersi il suo posto a sinista, mentre a destra potrebbe esserci ballottaggio LakicevicDelprato. Con il primo ancora favorito

A centrocampo rientra Crimi e potrebbe fare coppia con Bianchi.  Crisetig è, infatti, l’unico che non saltato nessuna delle due partite giocate fino al momento.

Dovrebbe esserci un posto da titolare per Edera.  Ballottaggio Bellomo-Situm sull’altra corsia.   Dovrebbero comunque giocare un mancino ed un destro, in maniera tale da poter alternare la scelta di giocare con il piede intervertito a quella della della collocazione degli esterni con il piede corrispondente alla fascia.

Per sostituire Folorunsho le soluzioni di Baroni sono Kingsley e Rivas.  Possibile che i due si alternino a gara in corso.  Difficile Baroni scelga di schierare un centrocampista in più, dato che la penuria di uomini in mezzo obbliga il tecnico ad avere alternative in panchina (in realtà l’unica è Crisetig)

Montalto, invece, dovrebbe giocare dall’inizio.