Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina: no, Okwownko non lo prendono mai davvero

Reggina: no, Okwownko non lo prendono mai davvero

Non tutti amano che una squadra giochi senza centravanti. Nel senso stretto del termine: un attaccante mediamente alto un metro e ottantacinque che riempie l’aria di rigore.

Non è, però, un problema di Marco Baroni che effettua scelte in base alle esigenze del gioco. Il tecnico amaranto, dopo la gara di Pisa, è tornato a proporre Okwownko punto di riferimento centrale.

Non è una novità per lui, tenuto conto che si parla comunque di un attaccante.  Tuttavia, incarna alla perfezione ciò che in alcune partite ha chiesto a Rivas, senza che però quest’ultimo avesse le caratteristiche giuste per fare ciò che invece Okwonkwo fa alla perfezione.

Scattare in profondità ed attaccare la porta.  Paletta e Bellusci del Monza, ogni volta che è partito, lo hanno solo potuto guardare da lontano.  Anzi, nel caso dell’ex difensore del Palermo è stato necessario farsi graziare dall’arbitro per evitare la seconda ammonizione nel primo tempo.

I buoni segnali visti contro il Pisa, di cui si era parlato, hanno trovato riscontro anche contro la difesa migliore del campionato.

E pensare non ha ancora la migliore condizione fisica e che, nelle giocate, deve trovare maggiore qualità. Così come qualche movimento poteva essere fatto in maniera più opportuna.

Appare ormai chiaro, però, che la materia prima si di livello.