Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Baroni ha voluto la bicicletta: ora deve…. scegliere bene

Reggina, Baroni ha voluto la bicicletta: ora deve…. scegliere bene

Ci sono grandi meriti di Marco Baroni nella Reggina che, al momento, coltiva il sogno di togliersi fuori dai guai prima del previsto. Non è, però, il momento di cullarsi.  Il calendario, in questa fase, è più complicato che mai.  Non si può sbagliare e non deve farlo soprattutto allenatore.

Soprattutto adesso che, almeno sugli esterni, ha una vastità di scelta invidiabile.  Era sostanzialmente ciò che voleva, soprattutto in quelle gare di dicembre in cui sottolineava l’impossibilità di cambiare quei calciatori che spendono di più nelle dinamiche del suo calciatore.

Il riferimento va in particolare agli esterni.  Baroni ha voluto in un certo senso la bicicletta e ora deve pedalare, nel senso che deve scegliere. Deve farlo nella maniera giusta, perchè ogni esterno ha caratteristiche precise.

Con il rientro di Situm si fa fatica a contare quanti esterni alti ha a disposizione la Reggina.   Menez, Edera, Rivas, Micovschi, Situm a cui si aggiunge Bellomo.   All’occorrenza anche Okwonwko (oggi considerabile centravanti) e quando tornerà anche Kingsley.

Grazie ai cinque cambi il tecnico ne potrà, comunque, sfruttare quattro a partita e l’abbondanza gli tornerà molto utile anche nell’ottica di un’altra settimana che avrà tre partite in meno di otto giorni: Monza al Granillo, Brescia in trasferta e Chievo ancora in casa.