Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, se Baroni sposta il cervello….

Reggina, se Baroni sposta il cervello….

Non appena è stata resa nota la formazione ufficiale della Reggina a Pisa era difficile non notare l’assenza di Crisetig. L’ex Inter non è un regista vecchio stampa, ma è certo che sia lui il centrocampista di qualità da cui passa buona parte della manovra amaranto.

Giocare con Bianchi e Crimi può offrire maggiore dinamismo, ma forse si perde qualcosa in fatto di geometrie.  Un dato che, evidentemente, non è sfuggito a Marco Baroni che ha pensato bene di mettere Bellomo a destra.

Una scelta voluta anche avrebbe dato l’opportunità di mettere un calciatore in grado di verticalizzare con qualità, in una zona di campo dove può disimpegnarsi senza la pressione avversaria che si ha ad esempio nelle vie centrali.

Una soluzione che si è sposata perfettamente con la possibilità di avere uno come Okwonwko che la verticalizzazione è in grado di dettarla, riuscendo a non farsi raggiungere in velocità dagli avversari.

Questa soluzione di gioco, tra l’altro, si era già visto nel secondo tempo della partita contro l’Empoli. Segno che questa Reggina ricca di soluzioni sia anche frutto del lavoro del tecnico.

Ed è oltremodo chiaro che il mercato di gennaio gli ha dato materia prima significativa su cui lavorare.