Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Taibi: ‘A luglio ho fatto errori, Lafferty? Convinto fosse di categoria superiore’

Reggina, Taibi: ‘A luglio ho fatto errori, Lafferty? Convinto fosse di categoria superiore’

La prima sconfitta dopo sette risultati utili consecutivi è un passaggio cruciale per qualsiasi squadra. Lo sarà anche per la Reggina che sabato a Pisa avrà una gara complicata.

Massimo Taibi pensa solo al futuro prossimo. “Bisogna – ha detto ai microfoni di Reggina Tv –  salvare a tutti i costi la categoria. Se mancano tre vittorie speriamo di fare il prima possibile. Contro l’Empoli mi sono fatto l’idea del fatto che abbiamo incontrato la squadra più forte del campionato,  non solo perchè si trova prima in classifica. Ma anche per come giocano, per il modo di fare. Nel primo tempo se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla, poi nel secondo tempo gli episodi hanno girato a favore di chi ha meritato di più. Anche se noi, per un’oretta, siamo stati alla pari”.

E sulla campagna acquisti estiva a cui è corrisposto un cospicuo restyling dell’organico  a gennaio: “Quando faccio le operazioni di mercato mi muovo sempre d’accordo con l’allenatore. Si è sempre convinti di aver fatto il meglio. I risultati diranno se ho fatto bene o male. Nel mercato di luglio ho fatto alcuni errori, come altri ne commetterò. Quello che c’è da fare  è provare a riparare come accaduto a gennaio e ed essere consapevoli che le cose si fanno con buona  fede”.

“Io – ha evidenziato –  ero convintissimo che Lafferty fosse un giocatore di categoria superiore. Ci sono giocatori che sulla carta sono meno forti, ma ti danno un contributo maggiore. Devi avere anche fortuna che ci siano calciatori che si calano nella categoria, Lafferty ad esempio non ha avuto l’impatto che pensavamo”.

“Il mio sogno – ha detto il ds –  è costruire una squadra come l’Empoli. Un mix tra giovani ed esperti che ti dà anche soddisfazione nel vederli giocare”.