Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Baroni: ‘Contro l’Empoli non dovevamo fare errori, sull’1-0 ne abbiamo fatti tre. Poi ci siamo disuniti”.
Marco Baroni, sulla panchina della Reggina, stagione 2020-2021
Marco Baroni, sulla panchina della Reggina, stagione 2020-2021

Reggina, Baroni: ‘Contro l’Empoli non dovevamo fare errori, sull’1-0 ne abbiamo fatti tre. Poi ci siamo disuniti”.

Marco Baroni, il giorno dopo la gara contro l’Empoli, torna sulla pesante sconfitta della sua Reggina contro la capolista ai microfoni di Reggina Tv.   “Dopo le partite – ha rivelato –  dormo poco, indipendentemente da come vanno le cose. Ho già rivisto la partita, ho guardato il Pisa prossimo avversario. Contro l’Empoli è arrivata la partita che temevo.  Dopo il gol subito è accaduto ciò che non avrei voluto. Abbiamo perso le distanze, equilibri e all’interno di quello è venuta fuori una gara dove potevamo segnare e  anche prenderlo. Sono partite che non dobbiamo fare. La compattezza in questo campionato è fondamentale in questo campionato”.

“È la partita – ha aggiunto il tecnico – in cui abbiamo corso di più in assoluto. Quando ti disunisci succede. Abbiamo attaccato, ma senza equilibrio. Magari se vai in vantaggio puoi gestire meglio la situazione, se vai sotto contro quest’Empoli non puoi dargli spazio”.

Baroni sottolinea la forza dell’avversario: “Questa è una squadra che, in questo momento, si sta proiettando ad un record storico. Hanno perso una sola partita, tra l’altro interrotta. Non accade per caso se non hai valori. Questa è una squadre per andare su direttamente e ci andrà. Basta vedere la panchina, dove c’erano La Mantia e Moreo. Quando avevo detto che non bisognava sbagliare niente, mi riferivo al fatto che non dovesse accadere quanto visto nel primo gol. Sull 1-0 abbiamo fatto tre errori.   Ci siamo disuniti e poi è venuta la partita che abbiamo visto”.

Poi la conclusione: “Come dico ai ragazzi: se non vinco imparo. Questa è una gara che ci deve dare la misura di quello che noi dobbiamo fare bene. Era giusto tentare di fare una partita importante.