Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina-Pordenone, Baroni: Quando hai giocatori che si allenano bene, hai sempre dubbi”.

Reggina-Pordenone, Baroni: Quando hai giocatori che si allenano bene, hai sempre dubbi”.

La Reggina è pronta per una domenica di campionato. Alle 15 arriva il Pordenone. La sfida è insidiosa, anche se ancora c’è rammarico per il doppio svantaggio non sfruttato a Cosenza.

“La si poteva gestire – ricorda Marco Baroni  -in altro modo. Sul 2-0 abbiamo avuto situazioni per chiudere la partita.  Ho contato 17 transizioni sul 2-1. Anche questa è una cosa che ci deve servire”.

La Reggina giocherà dopo tutte le dirette concorrenti. “Già lo scorso weekend era capitato. Noi dipendiamo da noi, non dobbiamo guardare gli altri. Tutto passa dalla nostra prestazione, ma bisogna pensare a noi stessi senza farsi influenzare da quello che avviene sugli altri campi”.

Gli amaranto, negli ultimi tempi, ha dovuto fare i conti con diversi calciatori con qualche problema fisico. “Sono situazioni – ha rivelato il tecnico –  che mi potevo aspettare da calciatori che non hanno avuto continuità di utilizzo o di allenamenti. Già fare due o tre partite di fila diventa un carico importante, poi sono tutte settimane con impegni ravvicinati e senza possibilità di staccare. Si parla comunque di sovraccarichi e non di infortuni. Fanno parte del percorso, anche perché spesso ho parlato di un gruppo eterogeneo a livello di condizione.

Ora il Pordenone:”È una partita delicata. Vorrei porre l’attenzione su squadre come Cittadella e Pordenone che lavorano sempre con lo stesso tecnico e quindi hanno qualcosa in più. Occorrerà una prestazione importante. Siamo in grado di farla. Noi dobbiamo assolutamente giocare per vincere. Le insidie ci sono, perché hanno molto cose consolidate su cui lavorano molto bene. Le sappiamo, ma dobbiamo pensare alla nostra partita convinti dei nostri mezzi”.

Baroni non chiude ad una Reggina a due punte. “È una soluzione praticabilissima quando la squadra è in grado di sostenerli. Sono situazioni che proviamo in allenamento. C’è un giocatore che sta facendo molto bene come Folorunsho e io  questi calciatori cerco di preservarli, a meno che non abbiano problematiche fisiche. È una situazione che possiamo utilizzare sia a gara in corso che dall’inizio”.

E sulle scelte: “Quando hai giocatori che si allenano bene, hai sempre da dubbi”.

Leggi anche:  Reggina-Pordenone, gli indisponibili amaranto