Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Baroni avverte: ‘Cosenza squadra solida, molto brava nella transizione’
Marco Baroni, tecnico della Reggina
Marco Baroni, tecnico della Reggina

Reggina, Baroni avverte: ‘Cosenza squadra solida, molto brava nella transizione’

“Il Cosenza è una squadra che ha solidità, compattezza ed individualità importanti. Sarà una squadra che affronteremo, ognuno con le sue qualità, a viso aperto”.
Marco Baroni per Cosenza-Reggina si aspetta una partita meno abbottonata di quel che si pensi.

“Menez – ha detto il tecnico – ha lavorato. Sta molto meglio. Prima dell’allenamento parlerò con lui. Micovsvhi è completamente guarito e vedremo un attimino se, forzando un pochettino, può essere convocabile. Per Situm credo che occorra ancora qualche giorno, forse ancora una settimana”.

La classifica è un po’ meno complicata. Il tecnico, però, non vuole sentir parlare di minori paure. “Non mi piace – ha detto – parlare di timori. Sentir parlare di tensione di una partita non mi piace. La squadra deve stare dentro la partita con attenzione, determinazione. A volte ci sono anche gli avversari, specialmente in partite come quella come con l’Entella.  Io ho rivisto la partita e la prestazione è stata buona, perché ancora troppo spesso sbagliamo delle transizioni. Però comunque la squadra ha mantenuto buon equilibrio. Ha permesso all’avversario di costruire poche azioni importanti. Pensando alla posta in palio, contro un avversario che secondo me darà filo da torcere a tutti, io la considero una prestazione positiva”.

E sugli obiettivi per la sfida per il Marulla: “Non scendo mai in campo per il pareggio. Cercheremo di vincere, ma lo farà il Cosenza. I numeri sono atti per essere sfatati. Troviamo una squadra molto brava nella transizione. Mi aspetto una bella partita”.

Baroni non chiude a qualche cambiamento legato ai troppi impegni ravvicinati: “Abbiamo ancora allenamento al pomeriggio. Il gruppo, in questo momento, è eterogeno. Ci sono dei ragazzi che vanno integrati. Sono attento alle risorse energetiche ,ma questo lo valuterò ancora oggi. Il nostro atteggiamento non cambia”.