Home / Sport Strillit / REGGINA / Baroni dopo Pescara-Reggina: ‘Questa è la strada, con Menez e Denis ho parlato…’
Marco Baroni, tecnico della Reggina
Marco Baroni, tecnico della Reggina

Baroni dopo Pescara-Reggina: ‘Questa è la strada, con Menez e Denis ho parlato…’

Marco Baroni, alla fine di Pescara-Reggina, ha parlato alla tv ufficiale del club.

Qualche settimana fa gli si chiedeva come mai non facesse cambi. Dopo i nuovi acquisti, però, il tecnico ha dimostrato di poter e  saper cambiare.

“Questo – ha detto il tecnico –  fa parte del gioco. I giocatori devono essere pronti a partire titolari, a subentrare. La gestione della partita è fondamentale. Chi è entrato dentro mi è piaciuto e ha dato segnali importanti. Nel primo tempo abbiamo sprecato troppo. Eravamo lenti nella circolazione, però abbiamo sempre avuto il controllo e questo è importante”.

“È una vittoria – ha proseguito –  che ci deve dare determinazione per giocarci su ogni campo le partite così. Mi sono incazzato tra primo e secondo tempo perché non c’era ritmo. Bastava una giocata che potevamo prendere il gol. Ho detto ai ragazzi che non avessimo alzato il ritmo avrei subito fatto dei cambi. Abbiamo sfruttato i giocatori che sono entrati. Questa è la strada, qualche giocatore deve darsi una sveglia perché non è sufficiente giocare bene. Bisogna andare in campo determinati. Voglio giocatore determinati, non solo giocatori che giocano per la giocata”.

Su Menez: “Jeremy ha già fatto un passo importante. Ha un atteggiamento che mi piace. Lui sa cosa io voglio. Un giocatore come lui mi deve dare qualcosa in più, non mi accontenterò e lui lo sa. Insieme stiamo cercando di trovare una squadra. A lui piace stare nel vivo del gioco, quando viene troppo basso a prendere palla non mi piace. Perchè lui deve stare nelle zone dove può determinare. A Frosinone ha giocato punta centrale e mi è piaciuto molto. Deve convincersi a toccare meno palloni e a toccarli negli ultimi venti-venticinque metri.  Lui deve attaccare”.

Sul Tanque: “Denis quando è arrivato era in over training. Aveva giocato tutte le partite da titolare.  So che può darci una grande mano, ho parlato chiaro con lui e io cercherò di sfruttarle per quelle che sono le sue caratteristiche. Oggi è entrato molto bene. Non è che lo scopro io. Lavoreremo durante la settimana per lui!