Home / Sport Strillit / REGGINA / Pescara-Reggina: agli abruzzesi i ‘nomi’ non mancano, Breda senza difesa a tre

Pescara-Reggina: agli abruzzesi i ‘nomi’ non mancano, Breda senza difesa a tre

Il Pescara è in un momento negativo, ma la Reggina non può e non deve fidarsi. Intanto perché in B ogni partita è una buccia di banana su cui si può scivolare, sia perché gli amaranto sanno di trovarsi di fronte ad una partita che può dire molto sul futuro a medio e lungo termine.

Di certo c’è che il sodalizio abruzzese è una squadra ricca di calciatori che si sono disimpegnati con discreto profitto anche in categorie superiori. Ma soprattutto la società ha inteso rafforzare in maniera considerevole la rosa a disposizione di Roberto Breda.

Quest’ultimo non dovrebbe proporre la difesa a tre che, a lungo, lo ha contraddistinto nel corso della sua carriera, anche quando guidava la Reggina Primavera e la prima squadra.

C’è un altro ex in porta ed è Fiorillo. Davanti a lui ci sarà una difesa a quattro con Bellanova esterno destro e Masciangelo a sinistra. La difesa centrale prevede due calciatori che sono stati visti in A ed anche con maglia importanti. Uno è l’ex Genoa Bocchetti, l’altro è Sorensen che ha indossato le maglie di Juventus e Bologna. Un trio di nomi esperti e con un passato importante sulla mediana con Dessena (esordio per lui), Valdifiori e Rigoni. Machin e Maistro, invece, giocheranno alle spalle della punta Odgaard.