Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Edera: ‘Reggio il miglior posto dove mettermi in gioco, fondamentale la chiamata di Baroni’

Reggina, Edera: ‘Reggio il miglior posto dove mettermi in gioco, fondamentale la chiamata di Baroni’

“Ho scelto la Reggina perché è stata la squadra che mi ha voluto più di tutti. La società ha grandi ambizioni, grandi progetti. Ho voglia di mettermi in gioco e Reggio era il posto migliore dove farlo”.

Non ha dubbi Simone Edera nell’essere soddisfatto di avere scelto l’amaranto.  Un esordio il suo con la Reggina bagnato da qualche buona giocata e un gol mancato  dopo un inserimento sul secondo palo. “Non pensavo – ha rivelato   che la palla arrivasse, credevo Montalto la colpisse. Mi è dispiaciuto per come sono andate le cose”.

“Sono  – ha aggiunto – in un una squadra molto forte e la classifica non rispecchia i valori della squadra”.

Edera, fino a un paio di stagioni fa, era considerato uno dei maggiori talenti del calcio italiano. Al momento della consacrazione, però, si è scontrato con la poca fiducia datagli. “Spesso – ha evidenziato  in relazione ad un trend del calcio nostrano-  si guarda il giovane che gioca all’estero, l’italiano viene messo da parte. Ma se un giocatore è forte viene fuori prima o poi”.

Tra coloro i quali non teme di lanciare giovani italiani c’è Sinisa Mihajlovic.  Lo fece quando mandò in campo il sedicenne Donnarumma al Milan, ma diede fiducia anche ad Edera al Torino. “Con Mister Sinisa – rivela – ho avuto un bellissimo rapporto, sin da quando mi ha fatto andare in ritiro per la prima volta. Baroni gioca allo stesso modo con gli attaccanti e gli esterni che vanno in avanti. La chiamata del mister è stata fondamentale, sia lui che il direttore sono stati importantissimi per il mio arrivo qui”.

E poi una menzione speciale per la Reggina: “Da qui sono passati giocatori importanti. Ero piccolino, guardavo la Serie A e la Reggina.  C’era un grande allenatore come Mazzarri, sono passati giocatori come Bianchi, Amoruso,  Pirlo, Baronio che ho avuto come allenatore.