Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, l’acquisto più snobbato è diventato l’uomo copertina
Michael Folorunsho, Reggina 2020-2021
Michael Folorunsho, Reggina 2020-2021

Reggina, l’acquisto più snobbato è diventato l’uomo copertina

Un girone dopo si può dire che le valutazioni su Michael Folorunsho siano radicalmente cambiate. Solo qualche mese fa il suo acquisto veniva quasi considerato superfluo, sulla base di un curriculum che non era comparabile con quello di altri profili arrivati sullo Stretto.

E, a dire la verità, persino il Bari se ne è liberato con grande facilità, nonostante i galletti avessero da giocare un campionato di una categoria inferiore.

Chi, però, aveva visto Folorunsho ai tempi della Virtus Francavilla si ricordava bene come l’italo-nigeriano fosse una specie di carro armato prestato alla linea mediana, con discrete doti tecniche e capacità di inserimento.

Un profilo, prodotto dal settore giovanile della Lazio, che pareva avere tutto per sfondare a livelli più alti della C, prima del passaggio a vuoto in biancorosso.

Con Marco Baroni è diventato una certezza. Il tecnico pare avergli ritagliato il ruolo su misura.  E oggi sembra imprescindibile, anche quando viene schierato in mezzo al campo.

L’unica pecca per la Reggina è che il calciatore è di proprietà del Napoli, altrimenti sarebbe stato  un grande patrimonio avere un ’98 di questo portata nel patrimonio del club.

E, se non altro, l’esperienza può servire da monito rispetto a quanti guardano con scetticismo all’arrivo di qualche giovane di troppo.  In questa B serve tutto: gioventù, atletismo, esperienza e classe.  A fare la differenza deve essere il mix.