Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, messaggio forte e chiaro: Menez c’è ancora

Reggina, messaggio forte e chiaro: Menez c’è ancora

Il rigore calciato contro il Lecce, ad un certo punto, aveva fatto credere  che forse Menez fosse un po’ uscito dal mondo della Reggina.  E tra chi lo voleva a Parigi già dallo scorso lunedì e chi diceva che fosse il caso di spingerlo  verso la pensione, persino la tifoseria che lo aveva accolto come un re era inviperita.

A Frosinone, però, è venuto fuori uno scatto d’orgoglio. E c’è un’azione indicativa: vederlo al 95′ generare un fallo ingenuo nella propria metà campo.  Difendere non è il suo mestiere, ma il fatto che a fine partita fosse a protezione della propria area di rigore certifica che voglia di giocare ne ha ancora.

Basta che si infiammi e di colpo scaturiscono un assist vincente ed un quasi rigore.   E gli si può anche perdonare che ogni tanto il suo tentativo di portare pressing è un po’ goffo  e si tramuta in cartellini gialli evitabili, comunque più digeribili di quelli per proteste.

Baroni conta molto di lui, non è un caso che a fine primo tempo sia andato a cercarlo per dissuaderlo dal nervosismo per qualche contatto subito non ritenuto falloso.

E più che lamentarsi della sua indolenza, forse sarebbe il caso di mettere in evidenza che tra i problemi della Reggina c’è stato quello di non averlo avuto per neanche metà dei minuti  giocati (Esattamente il 35%).