Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina: Baroni senza Rivas e Charpentier, attenzione ad una soluzione a sorpresa
Marco Baroni, sulla panchina della Reggina, stagione 2020-2021
Marco Baroni, sulla panchina della Reggina, stagione 2020-2021

Reggina: Baroni senza Rivas e Charpentier, attenzione ad una soluzione a sorpresa

La si può chiamare  “soluzione Capuano”. Nel senso di Eziolino.   Nella Reggina che andrà a giocare a Frosinone contro una squadra che avrà le sue assenze, ma che resta dotata di una rosa di primo livello,  Marco Baroni potrebbe prendere in prestito una scelta tattica adottata in qualche frangente  dal tecnico dell’Avellino nella passata stagione.

Per capire a cosa si fa riferimento, occorre partire dall’inizio del problema.

La Reggina andrà in Ciociaria senza Rivas e Charpentier. Di fatto vengono tolti dalla disponibilità del tecnico dagli infortuni i due elementi che gli davano ciò che lui chiedeva alla punta centrale: attacco della profondità.

Si tratta di una caratteristica che non si può evidentemente chiedere a calciatori come German Denis e forse neanche a Jeremy Menez che, però, probabilmente lo avrebbe più nelle caratteristiche.

Chi giocherà centravanti perciò?  Nella rosa amaranto c’è una soluzione in più , Claudiu Micovschi.  Ad Avellino Eziolino Capuano in qualche occasione  lo ha schierato punta, sopratuttto nel momento in cui non ha più avuto Charpentier per infortunio, con discreti risultati.

Non ha mai fatto il centravanti vero, ma a dire il vero nella Reggina attuale il riferimento offensivo non svolge un ruolo da attaccante puro.  Lo si è dimostrato con Rivas. E chissà che anche Baroni non ci pensi, anche perché sulle ali d’attacco ha più margini di scelta.

Attenzione, perché, qualora Crisetig non dovesse recuperare il rumeno potrebbe essere da arruolare nella posizione di trequartista e a, quel punto si aprirebbero altre necessità.