Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina: e le uscite? Perché la situazione non è così facile

Reggina: e le uscite? Perché la situazione non è così facile

Potrebbe essere sfuggito a molti che la Reggina, contro il Lecce, aveva quattro portieri in distinta.  Una cosa non esattamente comune per una qualsiasi partita di calcio.

Tuttavia, è quello il segno tangibile del fatto che bisogna fare ancora molto sul mercato. Anche e soprattutto in uscita.

La Reggina ha molti calciatori che vengono ormai considerati ai margini del progetto di Marco Baroni.

Il dato di fatto è che, però, per andare ad acquistare altri calciatori “over” è necessario che si liberino delle caselle anche per questioni di budget.

Nulla vieta alla Reggina di mettere un calciatore fuori rosa, ma l’idea di tenerlo al di fuori della disponibilità del tecnico ma ancora sul libro paga sarebbe un orizzonte da scongiurare.

Ci sono ancora un paio di settimane per operare in uscita.  Per il momento la rescissione di Lafferty ha liberato il posto per Nicolas, ma si dovrà fare anche altro soprattutto, se come pare, dovessero arrivare ancora un paio di over.

Tuttavia, sembra ormai chiaro che ci siano calciatori destinati a cambiare aria.  Da Gasparetto a De Rose, passando per Rolando. E forse Guarna.

Quest’ultimo ha ormai preso la direzione di Bari, mentre gli altri tre hanno grande mercato soprattutto in Serie C.

Qual è il problema ?  Che in quella categoria, al netto di qualche oasi felice, si punta a risparmiare anche i centesimi considerato quanto il Covid abbia azzoppato una categoria che già era in difficoltà

Tra squadre che puntano a risparmiare quante più mensilità possibili, a rinunce dei giocatori e a contributi delle società cedenti  le trattative vanno per le lunghe.

Discorso a parte merita invece Lafferty, il cui futuro sembra essere lontano dall’Italia