Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Menez e il cortocircuito sul rigore

Reggina, Menez e il cortocircuito sul rigore

Una squadra che lotta per non retrocedere non può permettersi di battere un rigore come ha fatto Menez. Da fermo e sperimentando una conclusione atipica.

Una di quelle cose cose che se va dentro sei un genio, se va male tutti ti danno addosso. Ed è anche normale.

Menez, però, avrebbe anche potuto lasciare a Denis l’incombenza. Il francese ha chiesto all’argentino di lasciargli il penalty.  Segno che quel rigore voleva tirarlo, senza perciò cogliere al volo l’occasione di responsabilizzarsi.

È andata come è andata, ma non si capisce cosa sia successo quando l’ex Roma ha voluto tirare. Un rigore da fermo e persino facile da interpretare per un portiere molto abile come Gabriel.

Quello calciato contro il Lecce è stato il ventesimo rigore in carriera ed il quinto errore.  La percentuale è la migliore tra quella dei giocatori in rosa.

Andando a rivedere qualche rigore dal passato si può notare come il francese abbia sempre tirato in modo diverso da quanto visto contro i salentini.