Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina-Lecce, Baroni: ‘Subito uno tra Menez, Faty e Charpentier, Crisetig è out’

Reggina-Lecce, Baroni: ‘Subito uno tra Menez, Faty e Charpentier, Crisetig è out’

La Reggina è alla vigilia di una sfida quasi impossibile contro la corazzata Lecce. Baroni, però, non vuole sentir parlare di paura.

“Più – ha evidenziato Baroni –  l’impegno è importante, maggiore deve essere la voglia e la convinzione. Quando vai ad affrontare squadre che sono state costruite per salire direttamente e per stare tra i primi posti deve essere ancora ancora di maggiore stimolo. Diventa una sfida nella sfida, così l’ho definita anche davanti ai ragazzi. Dobbiamo avere rispetto di tutti e non solo di chi ha un organico importante, ma mai timore. Predico e voglio questo”.

Sull’atteggiamento tattico: “Può darsi qualcosa cambi. Sto ancora facendo delle valutazioni. La cosa importante per noi è fare la partita con compattezza”.

In rosa ci sono anche Nicolas e Micovschi adesso.  Sul portiere Baroni è chiaro: “Ha fatto pochi allenamenti, parlerò con il ragazzo. Anche Micovschi ha svolto lavoro con la squadra, è un giocatore che avremo a disposizione.  Lui sarà sicuramente della partita. Magari non ha la condizione ed il ritmo gara, ma fisicamente c’è.  Lo abbiamo anche scelto per le caratteristiche che ha ed è un ragazzo che a partita in corso ci potrà tornare utile”.

Recuperi ed anche perdite all’orizzonte per la Reggina “Abbiamo  – ha detto il tecnico –  recuperato qualche giocatore che si è allenato per una settimana intera, migliorando al condizione. Qualche nota positiva con il rientro di qualche giocatore lo abbiamo. Lorenzo Crisetig abbiamo deciso di non rischiarlo e non sarà convocato. Cerchiamo di recuperarlo per la prossima gara”.

“Denis – ha proseguito –  ha avuto un piccolo affaticamento, però negli ultimi due giorni ha lavorato con noi.  Faty e Menez hanno svolto tutta la settimana, quindi sono disponibili”.

Il tecnico adesso avrà più scelta a partita in corso. “I cambi – ha ammesso Baroni – sono diventati fondamentali. Recuperando qualche giocatore, avremo qualche cambio che arricchirà ulteriormente la possibilità di scelta dell’allenatore. Uno in campo tra Menez, Charpentier e Faty? Uno partirà, gli altri saranno utili a partita in corso”.

La Reggina ha lavorato sodo in queste settimane: “Dobbiamo migliorarci nella tenuta della partita sia dal punto di vista sia fisico che mentale. L’unica cosa che ci aiuta è il lavoro il lavoro. Questo non deve essere un alibi, perché i carichi ci sono stati e poi c’è stato il modo per recuperare. L’obiettivo è presentarsi domani in una partita dove dobbiamo correre, dove dovremo avere intensità mentale che fisica. Dovremo riempire la partita di attenzione e aggressività”.