Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, De Rose: ‘Mi vengono i brividi a guardare i video dei tifosi, il mister soffre di più da reggino’

Reggina, De Rose: ‘Mi vengono i brividi a guardare i video dei tifosi, il mister soffre di più da reggino’

Ciccio De Rose, ai microfoni di Passione Amaranto su Reggina tv, ha raccontato le sue sensazioni dopo le ultime due gare giocate da titolare.  “Penso – ha detto – sia sotto gli occhi di tutti che sono legato alla Reggina e a questa città. Se non il massimo, do anche di più. Cerco di trasmetterlo anche agli altri, perché devono capire che qui si vive di calcio ed è giusto che dobbiamo dare il 110%. Conosco la tifoseria e so che è interessata soprattutto a questo, più che ai risultati”.

“L’ultimo campionato in B – ricorda il capitano –  l’avevo fatto con la Reggina. Per me erano state grandi emozioni. Quest’anno è molto livellato, basta veramente poco per ritrovarsi ai piani alti e pochissimo per trovarti giù. Basta una striscia negativa come successo noi e inizi a pensare male. Per fortuna abbiamo mostrato una mentalità da uomini veri, perché non era facile dopo quattro sconfitte. Potevi sbagliare la partita, ma abbiamo personalità ed esperienza. Dispiace per quelli che non ci stanno aiutando a causa di infortuni. Siamo contenti per Rolando che è rientrato e presto anche Jeremy sarà  uno di noi.  Lo aspettiamo”.

De Rose patisce la mancanza del pubblico amaranto-:  “La tifoseria ci manca da morire. L’anno scorso veramente il clima del Granillo ci dava una carica incredibile. Per colpa di questo virus, le squadre che hanno un grande pubblico pagano l’assenza dell’uomo in più. Quando entravo in campo ero pieno di adrenalina non vedevo niente, poi rivedevo le immagini e realizzavo. Ora guardo i video e mi vengono i brividi”.

De Rose conosce da tantissimo tempo Mimmo Toscano. “Il mister  – evidenzia – magari lo vedete solo la domenica. Non potete capire quanto il mister soffre ad allenare la Reggina, ma poi magari la trasforma in sofferenza e rabbia.  Lui è legatissimo alla città e alla squadra.  In questo periodo è stato molto sofferente, però sabato rivederlo gioire è stato bello”.