Home / Sport Strillit / REGGINA / Reggina, Toscano non scopre le carte: alla scoperta delle possibili scelte contro il Brescia

Reggina, Toscano non scopre le carte: alla scoperta delle possibili scelte contro il Brescia

La conferenza di Toscano non ha scoperto molto le carte rispetto a quelle che potranno essere le scelte del tecnico in vista di Reggina-Brescia.

Sabato alle 15.30 al Granillo si gioca una gara di fondamentale importanza. Le rondinelle sbarcheranno sullo Stretto con una squadra priva di almeno dieci elementi e solo diciassette giocatori effettivi a disposizione. Questo non priverà Diego Lopez della possibilità di schierare ugualmente una squadra ugualmente competitiva.

Dal portiere Joronen, ai terzini Martella e Sabelli, passando per il centrocampista Dessena ed un tridente composto da Aye, Ragusa, Torregorssa. La qualità lombarda fa paura, anche senza un top della categoria come il centravanti Donnarumma.

La Reggina, però, ha l’obbligo di rispettare l’avversario, senza temerlo. Per fronteggiare il 4-3-3  o 4-3-1-2 del Brescia Toscano non dovrebbe snaturare molto quello che è il suo credito tattico più utilizzato in questa stagione.

Lo si è potuto capire dal fatto che il centrocampo robusto visto a Monza sia stato dettato soprattutto dalle circostanze. Questo fa ipotizzare che contro i lombardi si avrà una squadra schierata con il 3-4-1-2 o 3-4-2-1 e non con il 3-5-2.

Davanti dovrebbe giocare Denis.  A supporto dovrebbero esserci Rivas e Bellomo.   I due dovranno supportare la linea mediana dove potrebbe essere la prima volta della coppia De Rose -Crisetig.  Occhio agli esterni, perché a sinistra pare favorito Di Chiara e a destra potrebbe andare Delprato per ragioni di equilibrio.

In difesa sicuri del posto Cionek e Loiacono, il terzo potrebbe essere Gasparetto o Delprato qualora a destra giocasse Situm.  Rossi è out, così come Menez, Charpentier e Faty.

In porta ci sarà ovviamente Plizzari.