Home / Sport Strillit / REGGINA / Striscioni al Granillo, il presidente del Cosenza: ‘Non ci rappresentano, no a volgarità verso Reggio Calabria’

Striscioni al Granillo, il presidente del Cosenza: ‘Non ci rappresentano, no a volgarità verso Reggio Calabria’

Due striscioni pesantemente offensivi esposti al di fuori dello stadio Oreste Granillo sono stati rivendicati da un gruppo  cosentino.

L’esposizione, presumibilmente avvenuta nella notte, ha fatto sollevare l’indignazione a Reggio e soprattutto in Sila.

Nonostante la forte rivalità esistente tra le tifoserie, sono davvero in pochi ad aver approvato il gesto.

Ecco il comunicato del presidente del Cosenza:

“Non rappresentano i colori rossoblù coloro che hanno esposto il volgare e offensivo striscione apparso oggi all’esterno dello stadio Granillo a Reggio Calabria. Il tifo e il sostegno alla propria squadra non devono mai tracimare nell’insulto triviale e dai contenuti lesivi per un’intera comunità e il nostro impegno, tanto più in una giornata particolare per il calcio calabrese con in programma il derby fra Cosenza e Reggio Calabria, è da sempre finalizzato a coltivare e promuovere i valori dello sport e della sana competizione. Come società, d’accordo con giocatori e staff, prendiamo dunque le distanze da questo gesto che basta da solo a qualificare chi lo ha compiuto: siamo infatti convinti del fatto che i principi che da sempre animano i nostri veri tifosi sono lontani da ogni forma di violenta generalizzazione e di volgarità verso una grande città qual è quella di Reggio Calabria”.