Home / Sport Strillit / REGGINA / Martino: “Anche io avrei scelto Cozza. Zampaglione-Arena grandi uomini”

Martino: “Anche io avrei scelto Cozza. Zampaglione-Arena grandi uomini”

All’indomani del primo successo stagionale dell’ASD Reggio Calabria, si respira aria di ottimismo da più parti. Grande coinvolgimento di pubblico all’Oreste Granillo e commenti positivi hanno accompagnato la squadra di Francesco Cozza in questo avvio di stagione. Di tutto questo e di altro si è parlato alla trasmissione Fuorigioco su RTV, con ospite il Direttore Generale Gabriele Martino.

PRIMA IL TECNICO POI IL DS – “Siamo stati costretti a partire in ritardo anche dal punto di vista organizzativo e sapete tutti perché. Non è bello ripetersi, ma continuiamo ad allenarci in provincia e questo crea dei problemi e forti disagi. Poi ci sono gli avversari, tutti quando giocano contro di noi tendono a dare più che quelle che sono le reali possibilità, noi dobbiamo avere la forza di adeguarci al più presto. Il fatto che io sia arrivato con il tecnico già scelto, non è un problema. Mi è capitato anche in passato, alla Lazio ed al Barletta. Di sicuro vi posso dire che se fossi stato scelto prima io, avrei scelto Francesco Cozza”.

MERCATO – “Questi campionati risentono dell’obbligo di far giocare un gruppo di calciatori under, un aspetto da chiarire bene e subito. Per ogni partita in campo ci devono essere un classe 95, due 96 ed uno 97. Normale che tale regola ti condiziona in qualche modo anche sulle scelte tecniche e tattiche. Io ritengo che il gruppo sia coperto in tutti i ruoli dal punto di vista tattico e quantitativo. In attacco abbiamo fisicità con Tiboni, giocatore di grande sacrificio ed esperienza, c’è l’intraprendenza di Zampaglione, la tecnica di Arena, la vivacità di Bramucci e poi i giovani Russo e Pelosi. Non credo questa squadra abbia da aggiungere altro. Abbiano un 98 che presto farà parlare di sé. Ottimo attaccante, lo abbiamo già in casa”.

FAVORITI PER LA VITTORIA FINALE – “Questa squadra deve puntare in alto. E’ stata costruita in momenti diversi, si sta cercando la quadratura del cerchio, si deve arrivare ad una condizione fisica e di compattezza sicuramente migliore. La partenza comunque è più che soddisfacente, non era facile viste le condizioni iniziali e l’avvio con quella incredibile sconfitta di Aversa. Non era facile vincere all’esordio casalingo, perché il Granillo in qualche modo è una struttura importante e che ha fatto la storia del calcio in questa città, per i ragazzi rappresentava una grande responsabilità. La tifoseria in questo senso ci ha aiutato molto, l’impatto è stato positivo. Non si vince se hai i giocatori più forti, piuttosto persone valide. L’impressione è che questa squadra abbia l’uno e l’altro”.

IL SALUTO DELLA SARNESE – “Colgo l’occasione per fare i complimenti alla società ed al tecnico della Sarnese per il gesto che propri calciatori prima e subito dopo la gara rivolto al pubblico reggino. Spero di vederlo da più parti, sanà rivalità in campo, grande sportività fuori dal rettangolo di gioco. Complimenti ancora”.

COZZA – “Sento di dover ringraziare mister Cozza per quello che sta facendo. Non era facile, ha preso in mano un gruppo di calciatori arrivati da più parti, gestendolo in maniera egregia anche quando ancora non era chiaro e certo il loro futuro, prima del tesseramento. Un gran lavoro dell’intero staff, credetemi, non è una sviolinata, è stato bravissimo il tecnico, dimostrando grande senso di responsabilità, si è calato subito in questa nuova realtà, ritengo si debba dire tutti grazie a Ciccio”.

CENTRO SPORTIVO – “Gli amici di Cittanova vorrebbero darci la cittadinanza onoraria. Battuta a parte i nostri amministratori sanno benissimo che il problema è serio ed esiste. Sono certo che la squadra verrà messa nelle condizioni di poter svolgere regolarmente le proprie attività, lo merita questa società, lo merita la città sportiva”.

IL DS RAPPOCCIO – “Mi risulta abbia dato una grossa mano di aiuto in fase di costruzione di organico, almeno nella primissima parte. Conosce benissimo questo campionato, certamente meglio di me. Ho con lui un rapporto cordiale, nessuna porta è chiusa, in questo progetto tutti si devono sentire coinvolti”.

ARENA – “Arena è stato scelto da altri non da me. Segno che è stato fatto un buon lavoro prima che arrivassi, magari anche altre cose non buone. Ad Arena ho proposto a livello contrattuale qualcosa in meno rispetto a quanto gli era stato offerto in precedenza. L’ho voluto mettere alla prova e lui non ha battuto ciglio. Questa è una delle caratteristiche che potrebbe portarlo ad arrivare presto a livelli importanti. Ha qualità tecniche, questo è indiscutibile, i progressi e la crescita passano anche da qualità non squisitamente calcistiche”.

ZAMPAGLIONE – “E’ toccato anche a lui subire dal sottoscritto una riduzione del contratto rispetto a quanto la società aveva precedentemente offerto. La sua risposta mi ha impressionato. A lui interessava poco il compenso, il suo unico obiettivo era indossare la maglia della Reggina”.

VIBONESE PRIMA IN CLASSIFICA – “Non mi sorprende il primato della Vibonese. L’avevo vista in amichevole contro il Catanzaro e mi aveva favorevolmente impressionato. Ha fatto il pieno in queste prime due giornate e buon per loro, ma ripeto, nono sono sorpreso”.