Home / Sport Strillit / REGGINA / Parma-Reggina, le pagelle di Strill.it

Parma-Reggina, le pagelle di Strill.it

Novakovic voto 6,5 – E’ l’unica nota positiva della giornata. Campagnolo ha alle spalle un portiere che può rimpiazzarlo in caso di necessità.

Alvarez voto 5 – Non è facile inserirsi in un contesto in cui la mediocrità la da padrone e lui non fa certo eccezione.

Valdez 5  La retroguardia della Reggina di oggi non sa dove stia di casa la solidità, lui rimedia una sonora bocciatura nel ruolo di marcatore destro.

Aronica 5,5  – Non si salva neanche lui.

Cherubin 5 – Dopo le buone prestazioni delle sue prime uscite in amaranto,  soffre tantissimo Reginaldo con cui ha ovviamente un passo diverso.  Nessuno, dalla panchina, prova ad aiutarlo invertendolo magari con Aronica.

Modesto voto 4,5  Ancora una volta deludente, non è un caso che l’azione più bella della gara sia passata anche per i suoi piedi con un cross per Amoruso. Appare frastornato e capita che a volte sbagli passaggi elementari, peccando vistosamente  in fase difensiva.  E’ lui l’uomo che può far cambiare marcia alla Reggina, ma non in quella posizione che Ulivieri gli riserva.

Missiroli voto 5,5 – Progressi notevoli sotto il profilo del dinamismo, ma soffre lo strapotere del centrocampo avversario.

Cascione voto 5  – L’ammonizione è un gentile omaggio di Farina al Catania che priverà la Reggina di uno dei pochi centrocampisti centrali ancora a disposizione. Sbaglia qualche passaggio e perde qualche marcatura sugli omologhi avversari, soprattutto su Morrone in occasione del palo.

Vigiani voto 6 – Il migliore o il meno peggio. Si tratta di punti di vista. E’ l’unico che è in grado di combinare qualcosa.

Ceravolo voto 4,5 – Non ne indovina una, paga dazio come un qualsiasi esordiente a cui vengono attribuite troppe responsabilità.  Deve crescere gradualmente.

Amoruso voto 6 – Lui e molti dei suoi compagni di squadra parlano una diversa lingua calcistica.  Si rende pericoloso, ma non riesce a  prendersi sulle spalle la squadra come vorrebbe.

Cozza voto 6 – Quelle poche palle che tocca certificano la sua idoneità alla categoria e non è poco per questa Reggina.

Tullberg s.v. – Ci mette tanto impegno, meriterebbe più spazio perché riesce a compensare l’imperizia e la carenza tecnica con importanti mezzi fisici.

Stadsgaard s.v.

Ulivieri voto 4  Le sue doti di motivatore hanno fatto la differenza nelle prime gare della sua gestione,  ci si aspettava che potesse proporre qualcosa sul pianto tecnico-tattico, ma l’atteggiamento rinunciatario iniziale e le poche idee della Reggina  sono anche demerito suo.  E' chiaro che anche lui non può fare miracoli col materiale a sua disposizione ed a  quanto pare le colpe non erano solo di Ficcadenti.

Pasquale De Marte