Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: sul mercato la musica è cambiata

Reggina: sul mercato la musica è cambiata

Che il mercato estivo, per la Reggina, potesse essere migliore lo ha detto il campo.   Dopo aver, però, aggiornato gli obiettivi, tutto è rimediabile e la ripartenza del campionato che può diventare una sorta di “anno zero”.

Risulta, però, chiaro che al momento il club amaranto stia adottando una strategia sostanzialmente diversa nella campagna di rafforzamento.

E lo dicono quelle che sono state le prime due operazioni ufficiali.  Via un “nome”, un po’ arrugginito,  come Lafferty, dentro un giovane come Micovschi. Ruoli non sovrapponibili, ma sicuramente mossa che specifica il nuovo modus operandi.

I nomi che si sentono in entrata come, ad esempio, quello di Esposito (classe 2002) e Tumminiello indicano che oggi si cerca freschezza in qualche caso.   Ma anche esperienza per il campionato cadetto attraverso la sostanza di uomini come Mustacchio e Nicolas.  Calciatori non di altissimo profilo per il campionato di B, ma sicuramente candidati ad offrire più garanzie di grandi firme la cui affidabilità è tutta da valutare.

E non è detto affatto che il cambio di registro sia un orizzonte destinato ad essere peggiorativo, anzi.  Certo è che, messi da parte i proclami, un mercato del genere può persino diventare proficuo più di quello condotto in estate.