Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, perdere fa ancora male: ma Baroni ha trovato la quadra

Reggina, perdere fa ancora male: ma Baroni ha trovato la quadra

La Reggina di Marco Baroni (così come quella di Mimmo Toscano) paga errori individuali e limiti forse psicologici.

C’è, però, un punto importante da cui ripartire.  Uno è la classifica che, rispetto a qualche settimana fa, vede gli amaranto molto più avanti e con la possibilità di giocarsi alla grande una permanenza che, messi da parte i proclami iniziali, sta diventando un obiettivo importante da raggiungere.

L’altro è la sensazione che nasce dal fatto che il nuovo atteggiamento tattico scelto da Baroni sembra più calzante rispetto alla rosa amaranto.

Ci sono dei correttivi da fare magari con il mercato, ma oggi la squadra pare avere una base tattica importante. Quellahe sembrava irrimediabilmente dispersa nelle ultime fasi della precedente gestione, chiamata anche a rispondere di colpe non proprie con l’esonero dell’incarico.

Se oggi Delprato è un terzino affidabile, Loiacono è tornato un difensore di spessore, Di Chiara offre prove più convincenti, Bianchi sta dimostrando che in B ci può stare, così come Rivas e Folorunsho molto dipende anche dalla nuova strategia del tecnico.

Avere tutti gli effettivi a disposizione  con il recupero degli infortunati e ottenere qualche rinforzo potrebbero acuire il sospetto che Baroni potrebbe avere trovato la quadra.