Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Gagliardi: ‘Devo fare un rimbrotto a Toscano per non aver saputo calmare i bollori’

Reggina, Gagliardi: ‘Devo fare un rimbrotto a Toscano per non aver saputo calmare i bollori’

Reggio Emilia evoca grandi ricordi a Franco Gagliardi. Nei suoi oltre vent’anni da uomo Reggina ha avuto due parentesi da allenatore. Nel 1996 all’allora Giglio ottenne una clamorosa salvezza al timone degli amaranto.  In campo c’era anche Mimmo Toscano e grazie a quelle quattro vittorie consecutive anche lui festeggiò con il tecnico.

L’avvocato, ospite di A Tutto Campo e di Maurizio Insardà su Rtc, ha detto la sua sul momento degli amaranto: “Che l’avversario fosse abbordabile lo diceva la classifica. La Reggiana ha quindici punti, non ne ha tanti più della Reggina. Io ritengo che con Baroni ci sia stato un effetto positivo, non tanto per l’esclusione di Mimmo Toscano a cui vanno riconosciuti il grande merito per l’anno scorso.  Io qualche rimbrotto glielo devo fare  per non aver saputo quest’anno calmare i bollori di persone che gli sono state intorno, nel momento in cui si stava allestendo la squadra.  La B è un campionato difficile come matricola ed anche nella fase di allestimento andava gestito il bollore del presidente. Ma ancor di più, il clamore attorno ad una squadra costruita, e mi permetto di dirlo, con persone un po’ anziane e avevano bisogno un certo tipo di rodaggio prima che potessero arrivare i risultati. Io ritengo il rodaggio fatto fino ad oggi sarà foriero di successi da qui in avanti, non solo perché c’è Baroni che conosce bene il campionato ma anche perchè gli anziani stanno trovando il giusto ritmo”.