Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Cittadella, probabile formazione amaranto: si brancola nel buio

Reggina-Cittadella, probabile formazione amaranto: si brancola nel buio

Marco Baroni abbottonatissimo. Il tecnico in conferenza stampa non ha detto praticamente nulla sulle possibili scelte in vista di Reggina-Cittadella.

Se si aggiunge che è un allenatore nuovo, che tutti gli allenamenti sono stati a porte chiuse e la possibilità di cambiare modulo, si arriva al punto in cui si deduce che carpire qualcosa sulla prossima formazione amaranto risulta quantomeno complicato.

Ipotizzando un cambio di atteggiamento tattico, si può immaginare una Reggina schierata con il 4-2-3-1 o 4-4-2.

Partiamo dall’attacco. Disponibili cono Lafferty e Vasic. Uno deve andare per forza in panchina.  Giocherà il nord-irlandese e sarà l’unica punta.

Capitolo trequartisti: c’è Mastour, ma la sensazione è che giocherà Folorunsho adattato come incursore.     Un attacco con Lafferty e l’italo-nigeriano sarebbe quantomeno troppo poco in quanto a caratteristiche.  Ecco che la soluzione B potrebbe essere avere esterni molto alti.   Rivas è in dubbio, ma potrebbero agire Di Chiara e Rolando più alti del solito.  Facendo più le ali che gli esterni rispetto a quanto si era abituati a vedere.

Cerniera di centrocampo, invece, che potrebbe essere di De Rose e Crisetig.

In difesa, invece, Liotti potrebbe essere il terzino sinistro e Delprato quello destro.  I i due centrali potrebbero essere Stavropoulos e Loiacono.