Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Verso Chievo-Reggina, Toscano: ‘Obbligati a fare una grande prestazione, nostro potenziale ancora non espresso’

Verso Chievo-Reggina, Toscano: ‘Obbligati a fare una grande prestazione, nostro potenziale ancora non espresso’

“Ho fiducia immensa in questi ragazzi. Li vedo arrabbiarsi quando non gli riesce una cosa in allenamento. In gara ho visto lo spirito giusto e insistere su questo ci potrebbe permettere di dare continuità. La vittoria contro il  Brescia va capitalizzata e al Bentegodi di Verona siamo obbligati a fare una grande prestazione”.

Mimmo Toscano parla così alla vigilia di un Chievo-Reggina che per gli amaranto sarà fondamentale.

Alle spalle c’è una partita contro il Brescia dove nel primo tempo forse gli amaranto, pur vincendo, hanno rischiato troppo: “C’era tensione e comprensione dell’importanza della gara. Nel primo tempo c’è stato questo, ma anche qualche duello perso.  Quando succede può capitare che dai il fianco all’avversario e con una squadra forte rischi. Con lo spirito giusto, però, siamo riusciti a portare gli episodi dalla nostra parte”.

Si è vista una Reggina meno votata al pressing nella trequarti avversaria. “Può essere – evidenzia –  un atteggiamento dettato dalle caratteristiche dei giocatori in campo. La disposizione dei centrocampisti è stata diversa. Abbiamo più equilibrio e meno imprevedibilità in fase offensiva. Dobbiamo cercare soluzioni diverse, è un processo di crescita”.

E su Crisetig mezzala:   “Così è meno nel vivo del gioco da mezzala, ma può sfruttare meglio le sue qualità di rifinitura e la conclusione da fuori area, così come la capacità di inserimento. Ci vorrà un po’ di tempo per trovare l’intesa giusta con il resto della squadra. Avrei voluto che avessero fatto gol Rivas o Lafferty, perché ne avrebbero bisogno anche loro”.

Toscano conferma il 3-5-2, ma avverte: “Aspetto di avere tutti a disposizione per cucire addosso alla squadra il vestito giusto. Con i calciatori a disposizione questo credo sia l’assetto giusto. Poi capiremo il potenziale della squadra, ancora non espresso al massimo per tante vicissitudini”.

Ancora qualche incertezza sulla formazione che andrà in campo al Bentegodi:”Ho diversi dubbi, cresce la possibilità di scegliere e deciderò domani mattina dopo il risveglio muscolare”.

E sul Chievo:”Giocano ad alta intensità. I  cambi saranno importanti e averne cinque può essere un vantaggio che ognuno dovrà sfruttare”.