Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Crisetig: ‘Nuova posizione? Gioco anche in porta, obiettivi? I giudizi li lascio agli altri’

Reggina, Crisetig: ‘Nuova posizione? Gioco anche in porta, obiettivi? I giudizi li lascio agli altri’

Lorenzo Crisetig è tornato in campo dopo la squalifica. Il suo gol è stato decisivo ai fini della vittoria contro il Brescia. Per lui una nuova posizione da mezzala sinistra.  Ne ha parlato ai microfoni di Reggina Tv e della trasmissione Tutti figli di Gallo”.

“Mi sono trovato bene.  Il mio ruolo – ha proseguito –  è quello di mettermi a disposizione dell’allenatore che è in grado di disporci al meglio per far bene”.

Con la posizione di uomo davanti alla difesa affidata a Ciccio De Rose, Crisetig si  spostato come ai tempi di Crotone in una posizione con maggiore possibilità di proiettarsi in avanti. “Con Nicola  – ricorda – giocavamo 4-4-2 e ci alternavano nella spinta offensiva. L’ho già fatto in altre occasioni, quindi non è una cosa nuova”.

“Giocare in una posizione avanzata – prosegue – ti dà minori compiti di copertura, si può rischiare un po’ di più la giocata.  Il mio ruolo è, però, dove dice l’allenatore. Se vengo schierato play, portiere o mezzala, io devo solo allenarmi al massimo”.

La Reggina spera di recuperare Faty e presto la concorrenza si farà ancora più elevata per una maglia da titoare. “Noi – afferma Crisetig – siamo un bel gruppo, una bella squadra. Ci alleniamo bene tutti i giorni e ci sarà spazio per tutti”.

Sabato Crisetig ha lasciato a German Denis la punizione finita in rete: “Era molto convinto di calciare. Nel momento in cui se la sentiva così tanto, non ho voluto mettere alcun tipo di problema di mezzo”.

Il centrocampista  non fa previsioni sugli obiettivi: “I giudizi li faccio fare fare ad altri. So come ci alleniamo e lavoriamo. Pensiamo solo a questo, se ogni partita siamo concentrati e consapevoli possiamo mettere in difficoltà tutti quanti. Dopo la trentottesima giornata ne riparleremo”.